Universo Pop a Montecatini Terme

universo pop

Mostra permanente fra tavoli, sedie e banconi nel suo ristorante.

Aleandro Roncarà, classe 1967, vive e crea le proprie opere nella casa-studio-ristorante di Montecatini Terme. La sua arte incontra il verde di Pistoia attraverso un’illustrazione grafica realizzata appositamente per le pagine di NATURART. Un grande albero circondato da forme e figure del repertorio di Alenadro: stelle, cuori, frecce, prese della corrente e personaggi che fanno parte del suo Mondo Rondo. «È un pianeta immaginario – racconta Roncarà – nel quale si trovano i personaggi che raffiguro nei miei quadri. Il mio primo dipinto si ispirava a un fumetto degli anni sessanta e decisi di realizzarlo, spinto soprattutto da mia figlia».

Quasi certamente il legame con i figli Carlotta, Lupo e Brando è il segreto del successo di Roncarà: «I miei tre figli sono la mia principale fonte di ispirazione, sono sempre i primi a vedere le mie creazioni e mi confronto con loro prima di presentare le opere in pubblico».

Diventato artista professionista dopo i quaranta anni, Roncarà ha iniziato a esporre i quadri sulle pareti del suo ristorante di Montecatini Terme: una vetrina inconsueta ma efficace, visto che in pochi anni è riuscito ad acquisire molta visibilità e notorietà.

Le sue composizioni colorate, in poco tempo sono diventate anche stoffe per borse e poltrone. Camminando con lui negli spazi di vita e di lavoro, troviamo opere appese dietro i tavoli del ristorante, sculture sui banconi, decine di quadri pronti o quasi pronti accatastati sulle scale, che portano nell’abitazione al primo piano.  Anche qui una rassegna di tele colorate firmate dall’artista con la sigla IHO – I Hate Roundabout – che rimandano alla Pop Art,  Street Art, i fumetti e gli Art Toys. Sono soprattutto gli acrilici usati da Roncarà a catturare l’attenzione: le sue opere piacciono moltissimo anche ai bambini, incuriositi dalla creatività delle composizioni e dagli abbinamenti cromatici tipici del suo stile.  «In questo periodo – continua Roncarà – mi sto dedicando molto al personaggio Centomini e ho realizzato una scultura in alluminio di piccole dimensioni fusa nella fonderia Salvadori di Pistoia. L’idea è creare una versione di oltre due metri e, magari, una serie di art-toys».

Dopo aver esposto a Roma, Londra, Kiev e in molti altri spazi, le opere dell’artista di Montecatini, nel 2013 saranno ospitate in prestigiose mostre nelle città di Spoleto, Firenze, Milano e Mosca.  Tuttavia l’esposizione permanente rimarrà quella di sempre: fra tavoli, sedie e banconi del suo ristorante.

www.odiolerotonde.it

TESTO

Emanuel Carfora

FOTO

Nicolò Begliomini

More from Discover Pistoia

La comicità toscana di Benvenuti al Teatro Manzoni

Gradito ritorno sul palcoscenico del teatro pistoiese. Torna Alessandro Benvenuti con Chi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *