A Collodi si celebra la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Parco Collodi

Nel paese dell’inventore di Pincocchio un momento di studio su infanzia e adolescenza.

La Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, istituita dalle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989 a New York approvando la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia, è un momento di importante riflessione sul tema celebrato come ogni anno anche dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

A partire quindi dalle 14.30 si alterneranno relatori, studiosi e artisti che, durante la giornata di appofondimento, affronteranno varie tematiche: dai pericoli del web collegati all’infanzia e all’adolescenza, ai rapporti con gli aduti, alla creatività. Una giornata di riflessione su un tema estremamente impotante, una giornata durante la quale verranno inaugurate anche varie opere d’arte che andranno ad arricchire il parco.

Ecco il programma completo:

ore 14.30: sede della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, inaugurazione dell’opera “Pinocchio” di Giuseppe Bartolozzi e Clara Tesi

ore 15: Museo del Parco di Pinocchio: inaugurazione dell’opera “I gendarmi di Pincchio” di Clara Mallegni

Grande scacchiera del Parco di Pinocchio: inaugurazione dell’opera “Murales per Pinocchio” di Farrukh Negmat Zade

 

Incontro di studio presso Sala del Grillo (Parco di Pincocchio)

ore 15.45: introduzione di Pier Francesco Bernacchi, presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi

dalle 16: interventi di Francesco Palumbo, direttore generale del turismo, Mibact, Giacomo Pirozzi che presenterà la mostra fotografica “Pinocchio Around the World”, Valentina Zerini, direzione generale Comitato Italiano per l’UNICEF Onlus.

A seguire si terranno le relazioni di Marina D’Amato (“In un mondo che cambia: adulti infantili e bambini adulti”), Francesco Belletti (“Oggi il Gatto e la Volpe li trovi su Facebook; ma anche la fata dai capelli turchini ha aperto un blog! Rischi e opportunità delle reti digitali per bambini e famiglie”) e Umberto Margiotta (“Generative education, per un’infanzia creativa”)

More from Discover Pistoia

Due secoli di note

La banda nasce in funzione della comunità, e senza di essa non...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *