Festeggiamo la primavera con Pinocchio

La primavera è il momento ideale per riscoprire la bellezze del Parco di Pinocchio, della splendida Villa Garzoni e del suo Storico Giardino…

Le prime belle giornate di primavera sono ideali per passare una domenica con la famiglia a Collodi – in provincia di Pistoia – sia per visitare il famosissimo Parco di Pinocchio che il meraviglioso complesso di Villa Garzoni, addirittura riconosciuto come monumento nazionale.

Il Parco di Pinocchio è un bellissimo parco per ragazzi nato da “Le avventure di Pinocchio” un libro di Carlo Lorenzini – detto proprio Collodi – che qui, dopo avervi trascorso gli anni dell’infanzia, era ritornato da grande per amore del luogo e della famiglia.

Visitando il Parco, semplicemente camminando, giocando, circondati dall’arte, dall’architettura e dal verde si può scoprire o ricordare, insieme ai nostri bambini, la storia del burattino più famoso al mondo, tanto da rivivere le emozioni e le vicende del libro italiano più amato e conosciuto nel mondo.

Dal 1956, anno dell’apertura del Parco di Pinocchio, oltre 7 milioni di visitatori da tutto il mondo lo hanno visitato ed al suo interno, possiamo trovare ancora il percorso con i mosaici, statue e piccoli edifici ambientati nel verde secondo i vari episodi de Le avventure di Pinocchio e l’Osteria del Gambero Rosso, dal 1963 il ristorante del Parco di Pinocchio. Insieme a questi c’è il Museo di Pinocchio con le sue sorprendenti mostre di collezioni, di opere d’arte o d’illustrazione, di costumi e scenografie teatrali dedicate a questo personaggio e poi la Biblioteca Virtuale, dove col tocco della mano su un grande schermo potremo scoprire tutte le facce e le mille traduzioni di Pinocchio nel mondo. Laboratori “Gioco e Imparo”, gli spettacoli di burattini, i giochi artistici o di movimento e le giostre antiche sono poi, insieme ai visitatori, gli altri suggestivi ingredienti che rendono vivo e famoso in tutto il mondo il Parco dedicato a Pinocchio.

Per chi arriva a Collodi per il Parco di Pinocchio, assolutamente da non perdere è la possibilità di visitare il complesso monumentale di Villa Garzoni, con lo Storico Giardino definito a ragione “un incantesimo del ‘700, giunto pressoché intatto fino a noi”.

Si tratta del risultato di un lavoro durato due secoli ed iniziato nel Cinquecento, che ha trasformato un orto e un boschetto da caccia affiancati alla residenza di campagna dei Conti Garzoni in un monumento al gusto artistico e al ben vivere, alla sapienza nell’uso dell’acqua e nella scelta delle piante caratterizzato da un’architettura del paesaggio capace di valorizzare al meglio gli svantaggi del terreno ripido per trasformarli in qualcosa di unico e meraviglioso. Si tratta indubbiamente di un monumento verde unico in Europa, nato nella stessa stagione che ha dato vita ai giardini delle Ville Lucchesi, dove è possibile passeggiare tra le meraviglie di un luogo davvero fantastico, caratterizzato da fresche e suggestive grotte artificiali, teatri ricavati da siepi di bosso, statue raffiguranti satiri, dei e dee, animali, personaggi biblici o storici o folkloristici e fitti boschetti di bambù, vivendo un’esperienza davvero irripetibile.

More from Discover Pistoia

Un Caffè al Parterre

Il dimenticato Pantheon di Piazza San Francesco.
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *