La mezzadria toscana in una mostra

La mezzadria toscana in una mostra

Oggetti da lavoro e documenti che raccontano la vita rurale pistoiese.

Capire la vita in campagna e quali erano le forme di sostentamento sono i temi alla base di “La mezzadria nel Novecento: lavoro, storia, memoria” la mostra realizzata dalla Fondazione Valore Lavoro con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, allestita nelle sale del pianterreno di Palazzo Sozzifanti, in Vicolo de Pedoni 1.

Accessibile fino a sabato 21 novembre, l’esposizione è il frutto di un lavoro durato un anno e portato avanti con perizia dai curatori Stefano Bartolini, Francesca Perugi e Maurizio Tuci.

La mezzadria, così insediata e “immobile” nella sua cultura del fare, ebbe modo di trovarsi nei primi del Novecento a ricoprire un ruolo chiave nell’ammodernamento dell’agricoltura e nell’avvento della democrazia. Due passaggi a cui contribuì, ma che allo stesso tempo furono gli artefici della ua sparizione. 

La mostra resterà aperta al pubblico fino al prossimo 21 novembre, con orario mattutino 9-13 nei giorni di martedì, mercoledì, giovedì e sabato e orario pomeridiano 15-19 nei giorni di lunedì e venerdì.

 

More from Discover Pistoia

Un uomo, un paese

Grande letterato di fine ‘800, ha scritto molte opere e, soprattutto, importanti...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *