Montagna Pistoiese: sci e non solo…

parco-stelle-

Alla scoperta della Montagna Pistoiese: luogo di sport, ma anche di svago e relax.

In inverno, la Montagna Pistoiese, con le stazioni sciistiche di Abetone e Cutigliano / Doganaccia è senza ombra di dubbio una delle destinazioni più gradite per tutti gli appassionati di sci e snowboard, ma questa parte del territorio merita di essere scoperta anche al di fuori delle grandi opportunità che offre agli amanti degli sport invernali.

Non mancano, infatti, le occasioni per staccare un po’ dallo sci e rilassarsi tra shopping, enogastronomia, cultura, trekking e la possibilità di praticare altri sport in un’ambiente davvero unico nel suo genere. Oltre ad Abetone e Cutigliano, le località di fondovalle della Montagna Pistoiese come San Marcello Pistoiese, Gavinana, Popiglio, Campo Tizzoro, Mammiano e Piteglio sono in grado di offrire ai turisti infinite possibilità di coniugare lo sci con il turismo a 360 gradi.

Partendo da San Marcello Pistoiese, quello che è un po’ considerato il “capoluogo” della Montagna, nel giro di pochissimi chilometri possiamo spaziare tra Gavinana ed il suo centro storico con la Pieve Romanica di Santa Maria Assunta, il famoso Museo Ferrucciano, il Palazzo Achilli, molto spesso sede di Musei e importanti convegni e l’Osservatorio Astronomico ed il Parco delle Stelle di Pian de Termini, Campo Tizzoro con la possibilità di visitare il rifugio sotterraneo anti bombardamento della ex SMI, Mammiano con il Ponte Sospeso che attraversa la vallata del torrente Lima, Popiglio, famosa per le sue torri situate sopra il paese, per il caratteristico Ponte di Castruccio che attraversa il torrente Lima e per il Teatro Mascagni, dove si svolge una interessante stagione teatrale e Piteglio, delizioso borgo tutto da scoprire dove c’è da vedere il Museo Diocesano di Arte Sacra e la Chiesa di Santa Maria Assunta, dove, all’interno della Cappella dedicata alla Madonna del Latte è conservata la reliquia del Latte della Madonna, le cui gocce sono arrivate fino a Piteglio, come vogliono leggenda e storia, già nel sec. XIII.

Da segnalare anche, per gli appassionati di trekking, la vasta rete di sentieri che consentono di vivere, sia in inverno che nelle altre stagioni, la natura incontaminata di questi luoghi meravigliosi, abitati da cervi, caprioli, cinghiali e dove si segnala anche il ritorno del lupo. I torrenti Lima e il suo affluente principale Sestaione, dall’ultima domenica di Febbraio alla prima domenica di Ottobre, diventano mèta obbligata per tutti gli appassionati di pesca sportiva alla trota, grazie anche alla Zona a Regolamento Specifico istituita in alcuni tratti nel 2010, allo scopo di tutelare la popolazione autoctona di Trota Fario Mediterranea presente da sempre in questi due corsi d’acqua.

Una montagna pistoiese tutta da vivere ed in grado di garantire ai turisti un’ospitalità ed una serie di offerte davvero di prim’ordine con alberghi per tutti i gusti, rifugi in quota, villaggi, campeggi e residence e caratteristici ristoranti anche di altissimo livello dove gustare piatti tipici della cucina pistoiese realizzati con prodotti del luogo.

More from Discover Pistoia

La vallata delle Pievi

Antiche chiese parrocchiali punteggiano la Valleriana, ordinata e verdeggiante Svizzera pesciatina.
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *