Un po’ di fresco fra antichi borghi, boschi e torrenti

Borghi-boschi-discoverpistoia

Due visite alla scoperta della Valleriana.

Quando le temperature si fanno roventi, come in questo caldissimo luglio, si può cercare un po’ di refrigerio andando verso il mare, ma ci sono anche nella nostra provincia posti freschi ed ombreggiati che meritano davvero una visita.

La Valleriana, più nota come “Svizzera Pesciatina” è un vasto territorio collinare e premontano ricco di acque e sorgenti, coperto da una distesa di boschi verdeggianti, che corrisponde all’Alta Valle del torrente Pescia.

Foto: Sentiero della Valleriana (Andrea Innocenti) e Picchio Muratore (Samuele Pesce)

Si tratta di un’area di grande valore paesaggistico e naturalistico, sia per la presenza nella parte alta di prati pascolo dall’aspetto quasi alpino, sia per la ricca vegetazione igrofila lungo il Pescia, che ospita specie rare come il Gambero di fiume, il Merlo acquaiolo e l’Ululone appenninico.
Antichi borghi, conosciuti come le “dieci castella della Valleriana” segnano questi ambienti incantati; una rete di sentieri, percorsi trekking e bike permette di ammirare panorami davvero stupendi verso l’Appennino, le Alpi Apuane e il Mar Tirreno.

Il Centro RDP Padule di Fucecchio propone nel mese di luglio due visite guidate alla scoperta degli aspetti naturalistici e storico-ambientali dell’Alta Valle della Pescia.

Domenica 12 luglio (ore 8,30-12,30) è in programma un percorso da Lanciole ai resti dell’antica rocca di Lignana, rasa al suolo dai pisani nel 1365, con la chiesa di San Jacopo; fra castagneti e strade lastricate, il panorama offre ampi scorci sui due versanti della Valleriana.

Domenica 19 luglio (ore 8,30-12,30) è la volta di San Quirico, con la sua bella cinta muraria del XIV secolo; da qui parte un piccolo trekking, con vista sulle castella della Valleriana, sul sentiero che correva sul confine tra il Granducato lorenese e la Repubblica di Lucca.

Foto: Termine in pietra del Granducato di Toscana e Digitalis Lutea (Andrea Innocenti)

Informazioni presso il Centro: tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it, pagine web www.paduledifucecchio.eu e pagina Facebook “Padule di Fucecchio”.

Enrico Zarri – Centro RDP Padule di Fucecchio

 

More from Discover Pistoia

ATTENZIONE: Un altro parco rimandato a data da destinarsi

Rinviato a a data da destinarsi il pratino in Piazza della Sala,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *