LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO MANZONI

Grandi titoli, interpreti popolari e prestigiosi, 18 spettacoli (4 in più della scorsa stagione) per 51 recite in totale, con ben 4 Prime nazionali, 1 Prima Regionale e 1 Esclusiva per la Toscana e oltre, al teatro, spazio alla musica e alla danza. Così si presenta al pubblico la nuova stagione del Manzoni presentata in conferenza stampa da Giuseppe Gherpelli e Saverio Barsanti (rispettivamente Presidente e direttore artistico dell’Associazione Teatrale Pistoiese), alla presenza del Sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi e di Luca Iozzelli, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia. Forte del rinnovato riconoscimento quale Ente di Rilevanza regionale, ottenuto dalla Regione Toscana, e di quello ministeriale come Centro di Produzione Teatrale per il prossimo trienno 2018/2020, l’Associazione Teatrale Pistoiese, lancia il nuovo cartellone teatrale, che miscela intrattenimento, novità teatrali e grande repertorio.

Particolare rilievo è dedicato in cartellone a titoli classici del grande repertorio teatrale affidati a registi e artisti di talento: Tartufo di Molière, Il gabbiano di Čechov e due testi di Pirandello molto conosciuti (Così è (se vi pare) e Il piacere dell’onestà. In apertura di stagione al Bolognini, il debutto nazionale della ‘rilettura’ di un mito dei fumetti con Goodbye Diabolik di Dominick Tambasco (23/28 ottobre) e al Manzoni, il lavoro su Giovanna D’Arco, con cui Monica Guerritore torna, a distanza di 10 anni, a far rivivere la parabola della grande eroina (9/11 novembre).

Tra gli interpreti che saliranno sulle tavole del Manzoni nomi molto amati dal grande pubblico: da Monica Guerritore alla sempre più affermata Anna Foglietta, da Simona Marchini a Veronica Pivetti, da Lucrezia Lante della Rovere ad Anna Ferzetti e ancora l’ex iena Paolo Calabresi, Alessandro Haber, il trio ‘fascinoso’ Luca Ward/Paolo Conticini/Sergio Muňiz e, infine, Giuseppe Cederna, che torna a Pistoia a oltre 30 anni dal successo di Amadeus. Accanto a loro un altrettanto ricco gruppo di interpreti, forse meno noti, ma di ottimo livello artistico: Maria Paiato e Elisabetta Pozzi e, subito dopo, Filippo Dini, Alessandro Averone, Stefano Santospago e Giovanni Esposito. Infine interpreti più volte impegnati nelle nostre produzioni: da David Sebasti all’affiatata squadra composta da Valentina Sperlì, Roberto Valerio e Massimo Grigò fino ad arrivare alla coppia femminile, tutta toscana, Alessia Innocenti – Giulia Weber. Tra i registi impegnati a tener alta la qualità del programma, accanto ai citati attori-direttori, nomi come Roberto Andò, Emanuele Gamba, Piero Maccarinelli, Renata Palminiello, Massimo Romeo Piparo, Andrea Renzi e Marco Sciaccaluga.  Anteprima di stagione, e primo titolo della rassegna “Infanzia e città”, Risveglio di Primavera – secondo movimento tratto da Wedekind realizzato da Renata Palminiello con Massimo Grigò e Sena Lippi, seconda tappa del progetto pedagogico, iniziato due anni fa con La tragedia di Riccardo III, nato per dar vita a una Compagnia dei Ragazzi, tutti giovani under 20, pistoiesi (Piccolo Teatro Bolognini, 8/13 settembre). Sempre al Bolognini, il ritorno del Teatro Laboratorio della Toscana di Federico Tiezzi con Verso Faust, I Sacchi di Sabbia con I due moschettieri, la versione noir de La bisbetica domata di Factory Compagnia Transadriatica e Jimmy diretto dal concittadino Giuseppe Tesi.

More from Discover Pistoia

Cavità sommerse

Immergersi nelle acque che hanno la stessa temperatura di quella del nostro corpo....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *