Ultime notizie:

Il giorno della cicogna, visita guidata sabato 1 giugno ore 9-11

Natura in Toscana di Enrico Zarri organizza una visita...

Ultime notizie:

Il giorno della cicogna, visita guidata sabato 1 giugno ore 9-11

Natura in Toscana di Enrico Zarri organizza una visita...

BIODIVERSITA’ ORNAMENTALE a Pistoia

L’Italia vanta la presenza 6.700 specie di piante, la...

A Pistoia Giornata Internazionale dei Musei

Venerdì 17 maggio, alle 17 a Palazzo Fabroni la...

Dialoghi di Pistoia - Venerdì 24 Maggio

24mag18:3022:30Dialoghi di Pistoia - Venerdì 24 MaggioSiamo ciò che mangiamo? Nutrire il corpo e la mente

Dettagli dell'evento

venerdì 24 maggio – ore 18.30piazza del Duomo
INAUGURAZIONE
Giulia Cogoli, Ideatrice e Direttrice dei Dialoghi di Pistoia
Alessandro Tomasi, Sindaco di Pistoia
Lorenzo Zogheri, Presidente della Fondazione Caript

Conferenza di apertura – gratuito
Michela Marzano
Di cosa hanno fame oggi i giovani?

Di cosa hanno fame i giovani oggi? E se noi adulti dessimo loro ciò di cui non hanno fame, privandoli invece di ciò di cui hanno più bisogno?
Cercheremo di capire cosa possa nutrire oggi le giovani generazioni e cosa, invece, possa spingere tante ragazze e tanti ragazzi a chiudersi in sé stessi, rifiutando ciò che noi adulti proponiamo senza ascoltarli e senza vederli per quello che sono.
I ragazzi, d’altronde, prima ancora di essere devastati da sintomi, che hanno bisogno di essere decifrati, sono sempre il riflesso della società in cui vivono: ne sono il segnale. Soprattutto quando noi adulti ci mostriamo incapaci di fornire loro dei punti di riferimento in grado di strutturarli e aiutarli a consolidare la loro identità.
Non ci si nutre, del resto, solo di cibo, ma anche e soprattutto di parole – quelle che permettono di nominare le mille sfumature di ciò che ci circonda e di ciò che si prova. E poi di emozioni e di pensieri che però, se nominati male, creano disordine e confusione. Di cosa cibarsi, allora, per evitare di restare, sempre e comunque, affamati?

venerdì 24 maggio – ore 21.00 – teatro Manzoni – €15
Paolo Fresu, Omar Sosa in concerto
FOOD
Il concerto FOOD nasce da un lavoro a quattro mani di Paolo Fresu e Omar Sosa e riflette sul tema del cibo e sul mondo, raccontandolo in musica e trattandolo sotto il profilo del gusto, dell’estetica e dell’etica. Per un intero anno sono stati registrati i suoni di cantine e ristoranti e le voci di chi in questi luoghi lavora: delicati tintinnii di calici, suoni meccanici di presse, di olio che frigge, di vino versato in un bicchiere, di coltelli che tagliano carote. Un paesaggio sonoro che si arricchisce delle voci narranti in lingua italiana, sarda, friulana, spagnola, francese, inglese, giapponese, che parlano di ricette, ambientazioni culinarie e socialità. FOOD è un concerto che indaga e indugia sul piacere del gusto, della convivialità, della scoperta e del dialogo, ma anche sull’importanza di una sana alimentazione, invitandoci a riflettere sulla produzione globale. Esistono formazioni in grado di cambiare, oggi, il modo di sentire la musica: quando parliamo di Paolo Fresu e Omar Sosa, per sentire non intendiamo soltanto il mero ascolto, ma una questione di cuore, anima, empatia.

Paolo Fresu, Omar Sosa in concerto

venerdì 24 maggio – ore 21.00 – teatro Pacini di Pescia – €7
Peppe Servillo, Natalio Luis
Mangalavite

Reading musicale: Un indovino mi disse di Tiziano Terzani In occasione del ventennale dalla scomparsa del grande scrittore e viaggiatore Tiziano Terzani, Peppe Servillo porta in scena il reading musicale tratto dal suo libro più amato: Un indovino mi disse. Nella primavera del 1976 un vecchio indovino cinese avverte Terzani: «Attento! Nel 1993 corri un gran rischio di morire. In quell’anno non volare. Non volare mai». Il 1993 diventa così un anno molto particolare di una vita già tanto straordinaria: spostandosi in treno, in nave, in auto, e talvolta anche a piedi, Terzani si trova a osservare paesi e persone da una prospettiva nuova, e spesso ignorata, ci aiuta a ritrovare il gusto del viaggio. Un racconto ricco di leggende e avventure che pongono già le grandi domande del nostro tempo: il rapporto con la natura e con la tecnologia, l’etica materialista di un mondo sempre più interconnesso, quali sono i nutrimenti spirituali e reali dell’essere umano.
Uno spettacolo per voce, musiche e immagini.
Voce: Peppe Servillo
Musica: Natalio Luis Mangalavite
Adattamento e regia: Lorenzo Pavolini
Una produzione Intesa Sanpaolo, The Italian Literary Agency

venerdì 24 maggio – ore 21.30 – piazza del Duomo – €3
Stefano Mancuso
Una specie senza limiti: come fare a non mangiarsi la terra
Ogni anno consumiamo le risorse non rigenerabili, a disposizione dell’umanità, entro i primi giorni di luglio. In pratica, per sei mesi all’anno viviamo con risorse che stiamo sottraendo alle future generazioni.
Siamo una specie senza limiti: come fare a non mangiarsi la terra?
Stefano Mancuso, fondatore della neurobiologia vegetale, ci parlerà di quali possano essere le strategie da mettere in atto per rendere la nostra presenza sul pianeta compatibile con il nostro futuro.

venerdì 24 maggio – ore 22.30 – teatro Bolognini – gratuito
Proiezione del documentario
Food for Profit
di Pablo D’Ambrosi, Giulia Innocenzi

Food for Profit è il primo documentario che mostra il filo che lega l’industria della carne, le lobby e il potere politico: al centro ci sono i miliardi di euro che l’Unione Europea destina agli allevamenti intensivi, che maltrattano gli animali, inquinano l’ambiente e rappresentano un pericolo per future pandemie. In questo documentario investigativo con approccio cinematografico, Giulia Innocenzi e Pablo D’Ambrosi ci guidano, attraverso un serrato confronto con allevatori, multinazionali e politici, in un viaggio illuminante e scioccante in giro per l’Europa. Food for Profit non solo mostra l’orrore degli allevamenti intensivi e la connivente protezione politica loro garantita ma, con una squadra di esperti sotto copertura, affronta le principali problematiche legate a questo tipo di produzione industriale: perdita di biodiversità, inquinamento delle acque, sfruttamento dei migranti e antibiotico resistenza. L’appello alla fine del film è forte e chiaro: dobbiamo fermare questo sistema corrotto se vogliamo salvare il pianeta. E noi stessi.

LA BIGLIETTERIA
Tutti gli eventi sono a pagamento, tranne: l’evento di apertura, i film, che sono gratuiti fino a esaurimento posti.
Gli eventi per bambini sono gratuiti ma con prenotazione obbligatoria a boemondoaps@gmail.com

Vendita online dal 30 aprile su www.dialoghidipistoia.it
Il diritto di prevendita è pari al 10% del costo del biglietto

La biglietteria è aperta dal 30 aprile:
piazza del Duomo 12, Pistoia
– Tel. 0573 371011biglietteria@dialoghidipistoia.it
dal lunedì al sabato: 9-13 e 16.30-19.30
domenica e festivi: 15-19
24-25-26 maggio: 9-22

Pescia: Fondazione POMA Liberatutti
piazza San Francesco 12
, tel. 0572 1770011
lunedì-sabato 10-12.30 e 15.30-19.30 |
domenica 8-12 e 17.30-19.30
www.pomaliberatutti.it

Biglietteria last minute
I biglietti disponibili saranno venduti sul luogo dell’evento 30 minuti prima dell’inizio. Gli eventi durano circa 50-60 minuti. La direzione si riserva di effettuare modifiche al programma che saranno comunicate alla biglietteria, al punto info, sui social e sito.

Scarica il programma completo e il programma per bambini e ragazzi su www.dialoghidipistoia.it

more

oRARIO

(Venerdì) 18:30 - 22:30

Location

Pistoia e Provincia