Ultime notizie:

A Palazzo del Tau musica, beneficenza e arte “Per Marino”

Nel giardino delle Ortensie del Palazzo del Tau, un...

Ultime notizie:

A Palazzo del Tau musica, beneficenza e arte “Per Marino”

Nel giardino delle Ortensie del Palazzo del Tau, un...

Nuove casine dei libri a Fabbiana e Spedaletto

Prosegue l’installazione di piccole casine di libri nelle frazioni...

Martedì 16 luglio la vestizione di San Iacopo

Il tradizionale corteo storico partirà intorno alle 18.45...

I Ritratti di fine millennio

05feb(feb 5)0:0002giu(giu 2)18:00I Ritratti di fine millennioUna sezione della mostra di Federico Tiezzi in corso a Palazzo Fabroni è dedicata alla serie di video realizzati per Villa Medici a Roma nel 1986

Dettagli dell'evento

La mostra REVOX di Federico Tiezzi. Dai Ritratti di fine millennio (1986) a Vasari. Le Vite (2021-2023), a cura di Giovanni Agosti, aperta fino al 2 giugno prossimo presso il Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni, negli orari di apertura del museo.
La mostra è allestita a Palazzo Fabroni in occasione della consegna al museo dei tre video-ritratti di Paolo Uccello, Sodoma e Giorgio Vasari: il ‘capitolo secondo’, dedicato alla pittura del Quattro e Cinquecento, del progetto artistico ideato da Tiezzi intorno alle vasariane Vite de’ più eccellenti pittori, scultori, e architettori. Promosso e realizzato dal Comune di  Pistoia | Musei Civici | Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni, in collaborazione con la Compagnia
Lombardi-Tiezzi, si tratta del progetto vincitore del PAC2021 – Piano per l’Arte Contemporanea, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.
Il secondo piano di Palazzo Fabroni, con le due diverse zone collegate dal ponte che consente l’affaccio sul sottostante salone a doppio volume, è il punto di partenza per la struttura binaria della mostra, costituita da due suites di opere di Federico Tiezzi, appartenenti a due stagioni molto diverse del suo lavoro; due capitoli, distanti tra loro oltre trent’anni, della lunga frequentazione che l’artista ha avuto dello strumento del video.

La serie più antica è costituita da un gruppo di ritratti di artisti visivi conosciuti personalmente da Tiezzi, da Boetti a Schifano: si tratta dei Ritratti di fine millennio. Mosaici elettronici byzantiny della pittura, realizzati nel 1986 e presentati, nella loro interezza, per la prima e unica volta, nei giardini di Villa Medici a Roma nel giugno di quell’anno.
A proposito di questa sezione, collocata nelle sale oltre la passerella, scrive così il curatore Giovanni Agosti: “La serie più antica, che è stata realizzata nel 1986 e presentata, nella sua interezza, per la prima – e unica – volta nei giardini di Villa Medici a Roma il 27 giugno di quell’anno (era una sorta di lascito delle magiche Estati romane, inventate da un assessore di genio come Renato Nicolini), è costituita da un gruppo di ritratti di artisti conosciuti personalmente e frequentati tra studi e gallerie; ma non è il diagramma di una situazione né un canone della scena artistica a metà degli anni Ottanta.
In tutti questi video – sono i Ritratti di fine millennio. Mosaici elettronici byzantiny della pittura – molta grazia, molta immediatezza e nessun dovere: solo il senso di afferrare la vita mentre passa, come avviene (o avveniva?) naturalmente sulla soglia dei trent’anni.
Comunque si considerino i risultati, il tempo intercorso e la scomparsa di alcuni protagonisti rendono questi filmati testimonianze speciali e di prima mano, in cui – per fare un esempio soltanto – un protagonista del secondo Novecento, come è stato Alighiero Boetti, spiega quella che un tempo si sarebbe chiamata la sua poetica.
Ma come dimenticare l’esercizio sulle Madonne del Quattrocento toscano, lungo la linea che di lì a poco Luciano Bellosi avrebbe intitolato “pittura di luce”, che sottostà al ritratto di Marion D’Amburgo, neopuerpera persa nel Bosco delle ginestre?”.
Si ricorda che la mostra REVOX è accompagnata da una pubblicazione ad hoc, edita dalla pistoiese Gli Ori e curata da Giovanni Agosti e Sandro Lombardi: si tratta di una serie di volumetti, ciascuno dedicato a un singolo video, che possono essere acquistati singolarmente oppure raccolti in un cofanetto. Il cofanetto viene offerto in omaggio a chi acquista l’intera
serie dei quindici libretti, per il prezzo complessivo di 65 euro.

Informazioni: https://musei.comune.pistoia.it/eventi/revox-di-federico-tiezzi/

more