La pasta con arte

La pasta con arte

Trafile e macchine per la produzione utilizzate in tutto il mondo.

L’arte di dar forma alla pasta: nessun motto poteva esser migliore per spiegare l’attività della Landucci srl. L’azienda è leader mondiale nelle produzione di trafile e macchine per pasta. Un’attività particolare e con un alto grado di specializzazione, capace di portare il nome di Pistoia in ogni parte del globo. La Landucci srl ha rappresentanza ovunque, dai paesi occidentali alle nuove emergenze come le nazioni africane. Il tutto nasce attorno al 1925 da un’intuizione di Sestilio Landucci: fu lui a scoprire le potenzialità del settore. Allora, la lavorazione delle trafile era molto artigianale e per questo ridotta. Ci vollero  gli anni ’70 e la guida di Fabiano Landucci per dare all’azienda una svolta industriale.

Fabiano ebbe una visione globale del mercato: d’altronde la pasta è un alimento semplice e universalmente riconosciuto. Oggi, a tirare le fila sono i suoi 3 figli: Federica, Angela e Lando, tutti con un ruolo di responsabilità ben precisa. Anche la scelta del personale viene eseguita con particolare cura. Il settore di nicchia, e allo stesso tempo molto tecnico, ha bisogno di una formazione  interna: il “Know-how”, i dipendenti della Landucci, lo ricevono solo con l’attività quotidiana.

 

Un ruolo fondamentale lo gioca il settore commerciale, composto di persone selezionate a seconda del paese in cui è destinato il prodotto finito. Tutte parlano due lingue, quella italiana e quella della nazione di operazione. Questo serve anche per cementare i rapporti con il cliente, che viene seguito nelle fasi di start-up.  La produzione di trafile per la pasta copre ben il 70% del fatturato aziendale e regala non poche curiosità.

Sapere che da Pistoia si riesce a dar forma a gran parte della pasta consumata nel mondo è motivo di soddisfazione e il tutto permette di conoscere e confrontare usi e costumi delle diverse nazioni. Ogni paese, infatti, ha il suo mercato di riferimento e la forma della pasta, in qualche modo, è come se rispecchiasse il carattere delle popolazioni. Adesso, il consumo della pasta si sta sempre più espandendo e la Landucci è presente, per esempio, in Nigeria, Costa d’Avorio, Algeria e Nepal.  Nella sua città, invece, rappresenta una realtà semisconosciuta ai più.

In pochi sanno, infatti, che via Landucci a Pistoia prende proprio il nome dalla presenza nella stessa strada di questa azienda. E da l’ parte un modo pistoiese di fare arte. Destinazione: tutto il mondo.

TESTO

Emanuele Begliomini

FOTO

Fabrizio Antonelli

 

Tags from the story
, , ,
More from Discover Pistoia

Il lavoro di Letizia Bettazzi, da Marliana alla Natività di Betlemme

I restauri di Letizia Bettazzi a Betlemme raccontati in un incontro a...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *