Ultime notizie:

A Pistoia Giornata Internazionale dei Musei

Venerdì 17 maggio, alle 17 a Palazzo Fabroni la...

Ultime notizie:

A Pistoia Giornata Internazionale dei Musei

Venerdì 17 maggio, alle 17 a Palazzo Fabroni la...

Tornano gli “Open Days” di GEA

Dal 10 al 12 maggio tornano gli “Open Days”...

Lorenzo Cipriani presenta il suo nuovo libro Mare Nostrum

Giovedì 16 maggio 2024 alle 17.00 nella sala Terzani...

Scia dorata

Prodotto da 7 mila aziende su altrettanti ettari coperti dagli olivi.

La scia dorata dell’olio pistoiese vale molto, anche sotto l’aspetto sociale. È, forse, questa la peculiarità di un movimento in grado di impegnare oltre 7 mila aziende, per lo più piccole e in maggior parte composte da amatori e pensionati. Se si aggiungono, poi, le caratteristiche qualitative dell’olio prodotto nel Pistoiese, si intuisce quante persone ci siano dietro ogni singolo chilogrammo.
Tanti i tecnici esperti che lavorano in campo e in frantoio; molti i frantoi fra professionali e aziendali: se ne contano più di cento, e numerosa è la processione di cittadini che si servono dal proprio produttore di fiducia per accaparrarsi “l’olio del contadino”. Tutto l’olio pistoiese è inserito dell’ “indicazione geografica protetta Toscana” che garantisce la sua rispondenza alle caratteristiche di qualità e tipicità, attestata da specifiche commissioni di assaggiatori esperti. C’è anche una sottozona territoriale, quella del Montalbano, dove l’olio è stato riconosciuto unico per le proprie caratteristiche.
Le olive locali vengono spremute per l’auto consumo e non molto esce dalla provincia, anche se alcune aziende imbottigliano il prodotto per la vendita nella regione. È, senza dubbio, un bene per la qualità perché protegge i consumatori dall’acquistare prodotti senza provenienza certa. Questione, pure, di quantità e di abitudini: da una parte c’è una provincia che dedica quasi 7 mila ettari all’olivicoltura, dall’altra c’è la pratica dei pistoiesi di reperire subito quanto prodotto in zona. La tradizione ha dato radici solide a tutto il movimento di appassionati.

L’olio del Pistoiese

Se Pescia è diventata, col tempo, la patria della produzione di olivi, non è certo un caso. Come non lo sono l’oltre un milione di alberi sottoposti a raccolta ogni anno che hanno un ruolo fondamentale nel paesaggio rurale, ormai divenuto classico delle colline attorno alla provincia di Pistoia. Moraiolo, Frantoio, Leccino, così si chiamano le “cultivar” storicamente più utilizzate: sono diventate parole riconosciute da tutti. Perché qua si parla come si mangia.

TESTO

Raethia Levi

FOTO

Fabrizio Antonelli

 

[vc_gallery type=”image_grid” images=”16915,16917,16919,16921,16923,16925,16927,16929,16931,16933,16935″ title=”Scia dorata”]

Sponsored by:

spot_img

Eventi

maggio, 2024

Discover Shop

spot_img

Don't miss

Tornano gli “Open Days” di GEA

Dal 10 al 12 maggio tornano gli “Open Days”...

Rose e bonsai per la Festa della Mamma

Appuntamento al mercato di Campagna Amica sabato 11...

Lorenzo Cipriani presenta il suo nuovo libro Mare Nostrum

Giovedì 16 maggio 2024 alle 17.00 nella sala Terzani...

Scopri l’arte di Canova con NATURART

Sabato 18 maggio alle ore 16.30 presso l’ex Cavallerizza...
Naturart
Naturart
Pubblicazione di punta della Giorgio Tesi Group è la rivista trimestrale gratuita NATURART, edita in italiano e inglese dal 2010 con l’intento di valorizzare in Italia e all’estero le eccellenze e i tesori custoditi da Pistoia e dalla sua provincia. Naturart è media partner riconosciuto per gli eventi speciali di numerose istituzioni locali impegnate nella promozione del senso di orgoglio e di appartenenza a questo territorio.
spot_imgspot_img

Potrebbero interessarti anche

Novecento inatteso

Palazzo Amati Cellesi, già Amati, fu fra Sette e Ottocento la più ampia e sfarzosa residenza nobiliare di Pistoia ed è infatti noto per...

Le bugie hanno le gambe tozze

A Pistoia, in Via Filippo Pacini n. 34, si trova la sede de L’Incontrario, il progetto di integrazione lavorativa e di inclusione sociale per...

La rete della vita

La manifestazione, diretta da Stefano Mancuso, organizzata dagli Editori Laterza e promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ha indagato La rete della...