Le 5 esperienze da vivere sul territorio pistoiese

Le proposte di Discover Pistoia su cinque punti d’interesse da dover visitare obbligatoriamente per chi viene in provincia di Pistoia.

Pistoia è Capitale Italiana della Cultura 2017 ma non solo. E’ capitale del “verde” visto che stiamo parlando di uno dei più importanti distretti floro-vivaistici d’Europa, ma è anche capitale di bellezze artistiche e culturali oltre che una città ed una provincia che, al suo stesso interno, ospita le colline del Montalbano e le alte vette appenniniche con la possibilità di divertirsi sia in inverno che in estate.

E’ questa, quindi, la giusta opportunità per tutti voi, grazie al lavoro di Discover Pistoia, di andare a capire quelle che sono le cinque esperienze obbligatorie da fare per chi viene a vedere Pistoia ed il suo territorio.

I VIVAI

E’ la più grande risorsa della città: il verde. Un settore trainante per l’economia dell’intera provincia e che impegna migliaia di persone e che è radicato da secoli sul territorio. Una sensazione unica quando si arriva a Pistoia vedere questa piana completamente verde, dedicata alle colture di piante ornamentali, frutti, fiori e quant’altro. Un biglietto da visita per il mondo intero, un qualcosa che in tanti ci invidiano. A Pistoia ci sono aziende leader nel settore e per chi viene a visitare la città consigliamo vivamente un tour fra i vivai per capire come nasce, cresce e si sviluppa una pianta.

cedri 2 futuro verde 1

A sinistra una produzione di cedri; a destra un classico esempio di vivaio pistoiese

LE VIE DELLA CITTA’

Un dedalo incredibile di strade, più o meno transitabili, fanno del centro storico di Pistoia un magnifico scrigno nel quale tuffarsi e dove vivere a pieno gusto ogni singolo metro. Perché è giusto partire da piazza del Duomo ma, da lì, ci si può infilare in un percorso splendido: via degli Orafi, via dei Fabbri, via di Stracceria per raggiungere piazza della Sala. Da lì, cuore pulsante della movida, partono numerose viuzze che fanno scendere di qualche metro per uscire da quella che era la prima cerchia muraria di un tempo. E poi i vicoli (uno su tutti, Vicolo dell’Abbondanza dove sorge la celebre Trattoria) e piazze più o meno conosciute (da piazza Spirito Santo a piazzetta Romana)

LE ROCCHE ED I CASTELLI DEL MONTALBANO

Qui verde, prodotti della terra, buon cibo ed arte si fondono in un connubio incredibile. Ne viene fuori il paesaggio tipico della tradizione toscana, il Montalbano: le verdi colline che dividono la Valdinievole dalla piana quarratina e da Prato sono un luogo ideale per il totale relax. Non manca la cura per la natura, i boschi ed i percorsi per lunghe passeggiate andando alla scoperta di quella che è la terra di Leonardo Da Vinci. E poi il buon cibo, visto che proprio nel Montalbano si producono grandi quantità di olio e vino Docg apprezzate in tutto il mondo.

Ognuno di questi aspetti, poi, si fonde alle bellezze architettoniche di borghi medievali nei quali il tempo sembra essersi fermato (Larciano Castello, Monsummano Alto, Montevettolini fino ad arrivare a Vinci) ed all’interno dei quali si possono riscoprire gli stili di vita del tempo che fu.

LO ZOO DI PISTOIA

Un altro degli ambasciatori importanti di Pistoia in Italia è il Giardino Zoologico. Fondato nel 1970, nel corso degli anni si è saputo imporre come uno dei più importanti a livello nazionale, e non solo, crescendo sia in dimensioni che in quantità di specie animali presenti al suo interno che in offerta turistica. Chi viene a Pistoia ed ha famiglia, la tappa a Pieve a Celle in mezzo a leoni, lupi, giraffe ed ippopotami è immancabile. Uno Zoo in continua espansione sia di turisti, grazie alla grande attività didattica portata avanti, sia di offerta perché stanno per iniziare i lavori per ampliarsi ancora di più.

zoo pistoia 04 zoo pistoia 01

Allo Zoo di Pistoia si fa didattica e si possono vedere svariate specie di animali

LO SCI ED IL TREKKING SULLA MONTAGNA PISTOIESE

Una Montagna da vivere 365 giorni l’anno ed adatta a tutti i gusti. Il territorio pistoiese è conosciuto anche per la grande tradizione turistica dell’Appennino: Abetone in primis, ma anche San Marcello Pistoiese, Cutigliano (con la stazione di Doganaccia) rappresentano tappe obbligate per chi vuole trascorrere una vacanza in montagna.

Accogliente d’estate con tanti itinerari da trekking per tutti, dai più impervi sulle creste delle montagne ai più agevoli in fondovalle, ospitale in inverno con piste da sci di assoluta qualità all’interno del comprensorio sciistico di Abetone e della Doganaccia, dove si può sciare anche in notturna. 

redazione discover 

 

 

More from Discover Pistoia

Un Contest fotografico per svelare “Pistoia Capitale” dall’alto

Da sabato 7 maggio a domenica 5 giugno si potrà partecipare, e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *