Grande successo per Thrashed Abetone – Montagna Pistoiese

Domenica 12 giugno in 14 località della Montagna Pistoiese 300 volontari si sono impegnati a raccogliere rifiuti. Un’ iniziativa molto interessante e certamente da prendere come esempio per cercare di avere un futuro migliore.

Thrashed Abetone – Montagna Pistoiese è un progetto di tutela ambientale che vuole unire le persone e le energie positive e uno degli obiettivi principali del progetto è superare i campanilismi e le divisioni che caratterizzano spesso le comunità. L’evento, che si è volto principalmente nella giornata di domenica 12 giugno, ma che ha visto anche un’anteprima ad Abetone domenica 5 giugno, ha avuto un grande successo con la partecipazione di circa 300 persone.

Uno degli aspetti più significativi è stata la partecipazione dei bambini, la cui presenza, specie a Calamecca, Cutigliano e Pian degli Ontani è stata naturalmente importante e molto significativa.

Nei vari luoghi interessati da questo evento sono stati raccolti molti più rifiuti di quanto gli organizzatori avrebbero voluto. In luoghi spesso considerati incontaminati, si nascondono spesso vere e proprie discariche frutto dell’inciviltà di chi non ama il proprio territorio, con la plastica la fa ovunque da padrona, insieme a lattine che riemergono dopo più di trenta anni e altri piccoli rifiuti che sono lo specchio di una società che sembra voler provocare la propria distruzione.

Guardando ai risultati che sono stati ottenuti in questi primi due anni di attività gli organizzatori sono soddisfatti per quanto raggiunto, soprattutto per il fatto che alla terza edizione, quella di quest’anno, hanno partecipato 14 località, segno inequivocabile che la rete, piano piano, sta crescendo. Un segno, quest’ultimo, che ci porta a guardare al futuro con ottimismo, con la consapevolezza che il lavoro da fare è ancora tanto e che saranno proprio i bambini e i giovani della Montagna i principali protagonisti del cambiamento.

More from Discover Pistoia

Pistoia, l’Altare argenteo e i suoi tesori

Professor Antonio Paolucci nella sala di lettura della sua splendida casa fiorentina...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *