La Sala a regola d’arte: la street artist colora il centro storico

street artist-sala-pistoia-eventi-pittura-discoverpistoia

Portare la street art in un contesto medievale è possibile. Arriva Sala a regola d’arte.

6 artisti da tutta Italia che realizzeranno le proprie opere in piazza, dal vivo, creando performance di street artist, insieme a 18 studenti del liceo artistico “Petrocchi” che si diletteranno nel creare quadri dal vivo dipingendo su tela i vari scorci di Piazza della Sala. Domenica 21 maggio dalle 11 alle 18 Piazza della Sala e le vie limitrofe (via del lastrone, via dei fabbri, via di stracceria, via del cacio e via Sant’Anastasio) si trasformeranno in una piccola Montmartre, popolata da performance di urban painting, vignettistica e pittura. Sala a regola d’arte questo il nome dell’iniziativa organizzata dal brand La Sala e dall’agenzia di comunicazione Webtitude in collaborazione con Confcommercio Pistoia e con il supporto di una serie di importanti sponsor come Nuova Comauto, Italia Assicurazioni e noi della Giorgio Tesi Group, partner del brand fin dalla sua nascita.

Ridisegnarare dal vivo il paesaggio urbano del centro storico di Pistoia trasformandolo, per un giorno, in spazio espositivo e luogo di performance di pittura a cielo aperto è l’obiettivo dell’evento che vedrà coinvolti gli artisti Vanni Mangoni, Ambra Gurrieri, Daniele Capecchi, Gigi Fagni, Edoardo Buccianti e Giuseppe La Micela. Ma non solo. Il coinvolgimento degli studenti del liceo artistico è fondamentale. Infatti le opere realizzate dai ragazzi saranno battute durante un asta organizzata in Piazza de La Sala domenica 4 giugno. Il ricavato sarà totalmente devoluto al liceo Petrocchi di Pistoia per sanare i danni subiti dal maltempo in questi ultimi anni. Una giornata per far conoscere da vicino questo tipo di arte e sensibilizzare i più giovani contro il vandalismo che troppo spesso vediamo sui muri di palazzi ed edifici storici.

 

More from Discover Pistoia

Un vicino di nome Leonardo

I luoghi nei quali è nato il Maestro del Rinascimento.
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *