Ultime notizie:

A Saturnana inaugurazione del Percorso della Ferriera e dei Mulini del Botro

a Saturnana È previsto per sabato 29 giugno alle 17.00...

Ultime notizie:

A Saturnana inaugurazione del Percorso della Ferriera e dei Mulini del Botro

a Saturnana È previsto per sabato 29 giugno alle 17.00...

Torna il cinema estivo a Pistoia

Da venerdì 21 giugno torna il cinema estivo nell’arena...

A Pistoia torna la Festa della Musica

Si parte giovedì 20 giugno, alle 21.30 nel cortile...

Le storie come seme per il domani

Organizzato dall’associazione Il Geranio aps, è giunto alla 12ª edizione e ogni anno a inizio primavera (ma non solo) porta a Prato e provincia un fiorire di letture animate, incontri con gli autori, laboratori, spettacoli, mostre ed eventi – 75 quelli in cartellone per questa edizione, dal tema “Se ti dicessi aquiloni…” – tutti accomunati dall’amore per l’arte di raccontare storie.
Ed è da una storia, a lieto fine, che anche “un Prato di libri” è nato. «Quasi 20 anni fa mi sono trovata a frequentare il reparto di neuropsichiatria infantile dell’ospedale di Prato – racconta Giulia Benelli, presidente de Il Geranio e ideatrice del festival –. Lì nel 2007 ho partecipato a un incontro con Roberto Denti, scrittore, libraio e fondatore a Milano della prima libreria per ragazzi in Italia. Fu quello l’evento che fece scoccare la scintilla, perché vidi coi miei occhi il benessere che una storia raccontata ad alta voce dava ai bambini che avevano problemi di salute. E non solo a loro ma a chiunque l’ascoltasse».

Margherita Hack

Passa qualche anno e il seme gettato da quell’incontro germoglia nel 2012 nella prima edizione di “un Prato di libri”, che continua a vivere oggi grazie a un gruppo di volontari e al sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Prato, Regione Toscana, Provincia di Prato, dei sette Comuni del pratese e altri partner. «L’idea di base era il principio che le cose buone fanno bene a tutti, e che l’arte di raccontare storie è una delle cose più buone e che fanno più bene – spiega Benelli –. Da qui il sogno di costruire delle occasioni in cui dei “raccontatori” di professione, scrittori e illustratori di libri per bambini ma anche musicisti, venissero a portare le loro storie negli spazi della città: una festa che servisse ad avvicinare i nostri ragazzi al mondo straordinario dei libri, un mondo che vince ogni noia e non conosce barriere». E negli anni il festival ha ospitato numerosi “raccontatori” d’eccezione, che hanno attirato anche un pubblico adulto: da Margherita Hack a Umberto Galimberti, da Daniel Pennac a Elio e le Storie Tese, da Pietro Grasso a Stefano Bollani.
Il legame del festival con le scuole si è creato subito. “Un Prato di libri” ogni anno, oltre che negli spazi pubblici come teatri, musei e sale civiche, entra negli istituti di ogni ordine e grado per far incontrare agli alunni gli autori “in carne e ossa”.

precedenti edizioni di UN PRATO DI LIBRI

Sono più di 400 gli incontri di quest’anno, che portano oltre 14mila studenti – dagli asili nido alle superiori – a conoscere 30 tra scrittori e illustratori e ascoltare le loro storie. Un’esperienza che, seguendo il filo rosso della fantasia, aiuta i ragazzi a superare gli ostacoli che possono innalzarsi tra loro: come quelli legati alle diverse abilità, alle condizioni socio-economiche, alla lingua e alla cultura di provenienza. Che in una realtà come quella pratese, pioniera della multiculturalità del futuro, è un processo ancor più necessario. Anche il nome “un Prato di libri” ha in sé un richiamo alla convivenza: «Nel prato coesistono elementi diversi – sottolinea Benelli – tanti tipi di fiori, varietà d’erba, specie d’insetti, che proprio stando insieme riescono a creare armonia.

Daniel Pennac

È la sua pluralità che ne fa un elemento in continuo divenire e rinascita».
E a chi sostiene che i ragazzi oggi non abbiano più interesse per le storie, Benelli risponde: «Non sono d’accordo. Certo la lettura è anche questione di allenamento e i ragazzi vanno incoraggiati, toccando i temi che stanno loro più a cuore. È uno degli obiettivi di “un Prato di libri”, che punta a combattere la povertà educativa diffusa. Ma i ragazzi hanno una grande potenzialità e fanno domande di una profondità incredibile. Noi adulti dobbiamo ascoltarli».

Sponsored by:

spot_img

Eventi

giugno, 2024

Discover Shop

spot_img

Don't miss

A Pistoia torna la Festa della Musica

Si parte giovedì 20 giugno, alle 21.30 nel cortile...

“DONNE FORTI” – A Le Piastre tra ghiaccio, arte e natura

Sabato 22 giugno alle ore 16.00 a Le Piastre,...

Porrettana Express 2024

La stagione 2024 di Porrettana Express è alle porte. Siete...

Domenica 16 giugno Trashed Abetone – Montagna Pistoiese

Tutti insieme per tenere più pulita la nostra Montagna! Anche...
Discover Pistoia
Discover Pistoia
Sfoglia Discover Pistoia, Urban Magazine mensile gratuito a cura della Redazione di Naturart e pubblicato da Giorgio Tesi Editrice, disponibile nelle edicole del territorio il primo sabato del mese in abbinamento gratuito al quotidiano LA NAZIONE, online e in numerosi punti di distribuzione.
spot_imgspot_img

Potrebbero interessarti anche

Napoli e Pistoia unite

Avvicinatevi alla Bellezza è il titolo che la Giorgio Tesi Group ha dato ad una collana editoriale che promuove e racconta, con testi ed...

Donne forti Il disegno della scultura

L’origine è il disegno!Begliomini, fin da ragazzo, osservando il mondo che agiva nel paese delle Piastre in cui è nato, inizia a rappresentarne graficamente...

Essere natura, anche mangiando

Essere natura, stabilire un rapporto diverso con l’ambiente in cui viviamo, più da vicini di casa, da coinquilini dello stesso pianeta, che non da...