Ultime notizie:

A Palazzo del Tau musica, beneficenza e arte “Per Marino”

Nel giardino delle Ortensie del Palazzo del Tau, un...

Ultime notizie:

A Palazzo del Tau musica, beneficenza e arte “Per Marino”

Nel giardino delle Ortensie del Palazzo del Tau, un...

Nuove casine dei libri a Fabbiana e Spedaletto

Prosegue l’installazione di piccole casine di libri nelle frazioni...

Martedì 16 luglio la vestizione di San Iacopo

Il tradizionale corteo storico partirà intorno alle 18.45...

Natura mirabile

In copertina, gemme di Gelso bianco (Morus alba) – sopra Magnolia soulangiana (Magnolia × soulangeana)

GEA Green Economy and Agriculture, parco scientifico e biotecnologico situato a Pistoia che vanta un ‘patrimonio verde’ straordinario, con circa 25 ettari di cui la metà destinati a collezioni di piante ornamentali, e oltre 1.500 esemplari appartenenti a più di 400 diverse specie, ha aperto virtualmente le sue porte in uno dei periodi dell’anno più spettacolari e suggestivi, quello della schiusura delle gemme.

Acero saccarino (Acer saccharinum)

E lo fa presentando NATURA MIRABILE. 30 gemme x 30 giorni: un progetto digitale da seguire sui canali social (Facebook, Instagram) e sul sito di GEA: una ‘visita guidata in pillole’ attraverso una selezione di 30 specie arboree descritte dal prof. Francesco Ferrini – ordinario di Arboricoltura dell’Università di Firenze, accademico dei Georgofili, scrittore e divulgatore scientifico – e accompagnate da fotografie suggestive che rivelano i particolari nascosti delle gemme. Ogni giorno, per 30 giorni, un nuovo appuntamento per conoscere una diversa specie arborea, le sue caratteristiche scientifiche ma anche credenze popolari e usi comuni, in un viaggio alla scoperta del patrimonio arboreo di Gea, spazio verde alle porte della città di Pistoia. Con questa iniziativa GEA prosegue la sua attività di promozione della cultura del ‘verde’ attraverso le specie arboree del proprio Parco Scientifico e Biotecnologico situato a Pistoia, di fronte all’Ospedale San Jacopo.

Tiglio canadese (Tilia ×flavescens)

Giovanni Palchetti, presidente GEA, dichiara: “A GEA stiamo lavorando perché, appena termineranno gli impedimenti correlati al Covid, sia possibile per tutti i cittadini visitare il parco e le collezioni con le nostre guide, e partecipare a occasioni di approfondimento su argomenti naturalistici con i nostri esperti. Nel frattempo vogliamo comunque aprire, almeno virtualmente, le porte del nostro parco grazie agli strumenti di comunicazione che ci fornisce il web. Attraverso le fotografie che saranno via via messe in rete, si potrà osservare la straordinaria bellezza degli alberi e degli arbusti nella loro evoluzione al trascorrere delle stagioni (dalle gemme ai fiori, alle foglie e ai frutti). Pensiamo che questa anteprima indurrà molti a venire di persona appena possibile”.

Acero rosso, (Acer rubrum ‘October)

È proprio questo, l’inizio della primavera, il periodo in cui le gemme degli alberi iniziano a schiudersi: GEA si riempie di vita e una passeggiata nel parco può diventare un’esperienza indimenticabile, dove la natura sirivela con tutta la sua forza e la sua bellezza. A causa delle restrizioni legate alla pandemia da Covid-19, le collezioni botaniche non possono essere visitate ma, grazie a iniziative come Natura Mirabile e altre che sono in programma, GEA prosegue la sua attività.

Ontano napoletano (Alnus cordata)

GEA ha, fra o suoi scopi, anche quello di fare divulgazione per stimolare la conoscenza delle piante che, non dimentichiamocelo, piante producono l’ossigeno atmosferico necessario per la nostra respirazione attraverso la fotosintesi –ha detto il Prof. Francesco Ferrini – tutto ciò che mangiamo proviene direttamente o indirettamente dalle piante. Un quarto dei farmaci da prescrizione proviene direttamente dalle piante o sono derivati vegetali.

Le piante fossili forniscono energia sotto forma di combustibili fossili come petrolio e carbone. Data l’importanza delle piante in ogni aspetto della nostra vita, i ricercatori studiano le piante per comprendere i processi che sono fondamentali per la nostra sopravvivenza e per la salute del pianeta. Al di là della loro ovvia importanza, le piante hanno svolto un ruolo chiave in un’ampia gamma di scoperte biologiche che ci hanno aiutato a comprendere alcuni dei misteri più affascinanti della vita. Ecco perché sono felice e anche orgoglioso di partecipare ai progetti attuali e futuri che GEA porterà avanti.”

Frassino maggiore (Fraxinus excelsior)

testo a cura della Redazione

foto Cristiano Coppi

 

Sponsored by:

spot_img

Eventi

luglio, 2024

Discover Shop

spot_img

Don't miss

Aperte le iscrizioni al 61^ Premio Teatrale Vallecorsi

È possibile iscriversi entro il 15 ottobre 2024 Sono aperte...

Nuove casine dei libri a Fabbiana e Spedaletto

Prosegue l’installazione di piccole casine di libri nelle frazioni...

Martedì 16 luglio la vestizione di San Iacopo

Il tradizionale corteo storico partirà intorno alle 18.45...

Una chiesa ritrovata. La vicenda della pieve dei Ss. Martino e Sisto di Medicina

Domenica 7 luglio, ore 21, in piazza San Martino...
Naturart
Naturart
Pubblicazione di punta della Giorgio Tesi Group è la rivista trimestrale gratuita NATURART, edita in italiano e inglese dal 2010 con l’intento di valorizzare in Italia e all’estero le eccellenze e i tesori custoditi da Pistoia e dalla sua provincia. Naturart è media partner riconosciuto per gli eventi speciali di numerose istituzioni locali impegnate nella promozione del senso di orgoglio e di appartenenza a questo territorio.
spot_imgspot_img

Potrebbero interessarti anche

Napoli e Pistoia unite

Avvicinatevi alla Bellezza è il titolo che la Giorgio Tesi Group ha dato ad una collana editoriale che promuove e racconta, con testi ed...

Donne forti Il disegno della scultura

L’origine è il disegno!Begliomini, fin da ragazzo, osservando il mondo che agiva nel paese delle Piastre in cui è nato, inizia a rappresentarne graficamente...

Essere natura, anche mangiando

Essere natura, stabilire un rapporto diverso con l’ambiente in cui viviamo, più da vicini di casa, da coinquilini dello stesso pianeta, che non da...