Torna Orsigna Arum Festival

Dal 4 al 7 agosto nei boschi di Orsigna, cuore dell’Appennino pistoiese, torna Orsigna Arum Festival, un evento immersivo nella Natura, ma anche un vero e proprio luogo di incontro, di scambio, di crescita per conoscere e valorizzare il territorio che lo ospita, i suoi abitanti e le sue risorse. In questa terza edizione Arum mette al centro del Festival il tema della Montagna, intesa come risorsa e spazio da vivere e da abitare, ma anche come luogo di accoglienza, oltre che fonte inesauribile di storie, e scenario ideale per cammini e viaggi, reali e immaginari.

Arum non è solo un Festivalspiega il suo ideatore Tommaso CorrieriArum è l’idea stessa che la Montagna può e deve tornare ad essere un luogo abitato e che di Montagna si può vivere. In questi 4 giorni, fatti di incontri, progetti e azioni, Arum vuole dimostrare che oggi la Montagna è prima di tutto un luogo in cui è ancora possibile vivere e farlo costruendo progetti, tessendo relazioni, facendo cultura, impresa, accoglienza e aggregazione. Scegliere la Montagna oggi è una scelta di responsabilità perché significa prendersi cura dell’ambiente e del territorio e lavorare per costruire un futuro fondato su dei valori in cui sia ancora possibile riconoscersi.

Alla Montagna saranno infatti dedicati i 4 incontri che animeranno ogni giornata e che porteranno sul palco di Arum esperti e relatori provenienti da tutta Italia per condividere la propria esperienza.

Si comincia GIOVEDI 4 con “SE L’UOMO VA ALLA MONTAGNA. Dialoghi intorno alle esperienze dirette per uno sviluppo sostenibile dell’ambiente appenninico” in cui interverranno tra gli altri Tommaso Corrieri fondatore dell’Azienda Agricola Arum, il Sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, Alberto Maltoni dell’Università degli Studi di Firenze e Paolo Valoti Consulente Banca Germoplasma MAIS presso CREA-CI (Centro Ricerca Cerealicoltura e Colture Industriali) e presidente CAI Bergamo.

VENERDÌ 5 la scrittrice Simona Baldanzi e l’ex chitarrista dei CCCP Massimo Zamboni dialogheranno su “LA MONTAGNA CHE RESISTE”, mentre SABATO 6 saranno tante le voci dei rappresentanti delle comunità e delle associazioni locali impegnate nell’accoglienza, a raccontare “LA MONTAGNA CHE ACCOGLIE” partendo dalle esperienze di chi in montagna ha trovato un’occasione di riscatto.

La chiusura del Festival, DOMENICA 7 sarà dedicata prima al tema del benessere e della nutrizione, e infine a quello del cammino con “CAMMINARE L’APPENNINO: CONOSCENZA, CURA, APPARTENENZA” che vedrà la partecipazione anche di Paolo Piacentini, uno dei maggiori esperti di “Cammini” in Italia, fondatore e presidente di Federtrek, ente di promozione sociale attivo in tutta Italia, ideatore della Giornata Nazionale del Camminare.

Tanti anche gli artisti protagonisti di questa terza edizione: a rappresentare la musica d’autore saranno giovedì 4 FRANCESCO BIADENE, giovane promessa della scena locale e MAURIZIO GERI che porta ad Arum un omaggio alla canzone popolare di Caterina Bueno e Violeta Parra, dalla Toscana al Cile; venerdì 5 MASSIMO ZAMBONI chiuderà la presentazione del suo ultimo libro “La trionferà” con uno showcase acustico e a seguire i THE SOPRON riempiranno il Pian dell’Osteria con il loro Rock’n’Soul sotto le stelle; sabato 6 e domenica 7 torna protagonista BENEDETTA MANFRIANI con il Coro Multietnico ConFusion e l’esibizione del laboratorio di Coro A Voce Nuda. A chiudere domenica 7 LE FIGLIOLE con il loro repertorio popolare di Canti che raccontano il cammino della nostra storia e in cui tutti ci possiamo riconoscere. Infine una nota particolare meritano DAVIDE FRIELLO, musicista internazionale di Handpan, compositore, percussionista, performer, che regalerà al festival 2 concerti  di rara intensità, all’alba e al tramonto di SABATO 6 e ALESSANDRO NEGRINI, pluripremiato regista e poeta nato a Torino, che VENERDÌ 5 porterà ad Arum il Documentario TIDES. MAREE vincitore di 16 premi internazionali.

A fare da contorno ai diversi eventi, ogni giorno, saranno le sessioni di yoga, meditazione e rigenerazione a cura di Sconfinatamente Yoga, i laboratori per bambini e famiglie curati da Leggendiario e La Rete Vivente, i trekking sui sentieri della zona e le passeggiate narrate e tematiche, le immersioni forestali con AIMeF, Associazione Italiana Medicina Forestale, Nazionale, i seminari dedicati alla nutrizione e al benessere, le proiezioni e le presentazioni di libri e molto altro ancora. Novità di quest’anno sarà anche la presenza di una Piccola Libreria di Montagna realizzata in collaborazione con LO SPAZIO, Libreria-Bacaro di Pistoia.

Orsigna Arum Festival è frutto della collaborazione tra la Società Agricola Arum di Tommaso Corrieri, attiva sul territorio dal 2016, e il Comitato in Bianco e Nero ETS che dal 2001 sostiene la missione di Suor Maria Valeria Amato in Guinea Bissau. Parte del ricavato del Festival sarà infatti destinato al sostegno dei progetti del Comitato. L’evento è realizzato in collaborazione con il Comune di Pistoia.

«Le comunità dell’Appennino non sono soltanto la testimonianza di una presenza che data lontano nel tempocommenta Alessandro Tomasi, Sindaco di PistoiaSono un esempio vivo e vivente del presente e delle potenzialità di queste zone, su cui dobbiamo puntare per il futuro.Condivido perciò in pieno il filo conduttore di  questa terzia edizione dell’Arum, che concepisce la montagna come una risorsa e uno spazio da  vivere e abitare.  Attività culturali, festival, momenti di incontro e di conoscenza del territorio sono momenti importanti di crescita. Così anche la presentazione di un libro, un concerto o una semplice escursione nel bosco possono diventare momenti di scoperta di una realtà umana e  naturale che vive e rappresenta uno dei cuori pulsanti del pistoiese. Ringrazio dunque gli organizzatori dell’Arum festival e gli abitanti dell’Orsigna che accoglieranno i partecipanti agli eventi».

INFORMAZIONI UTILI

Per accedere al Festival, dormire e partecipare a tutte le attività, agli incontri e ai concerti è richiesto un contributo liberale.

Sarà disponibile un servizio navetta gratuito con partenza da Orsigna. Gli orari della navetta e tutte le informazioni sono disponibili sul sito http://orsignaarumfestival.org/

I posti al Festival sono limitati e per partecipare è OBBLIGATORIO PRENOTARSI scrivendo a arumfestival@gmail.com

More from Discover Pistoia

Il Giardino Storico Garzoni si candida a Parco più bello d’Italia

Rappresenterà la Toscana al concorso, insieme al Giardino dei Tarocchi di Capalbio. 
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *