UN’ACCADEMIA PER LA PROTEZIONE DELLA FAUNA SELVATICA

La storia è iniziata oltre 40 anni fa, quando lo staff dell’allora “giovanissimo” Giardino Zoologico ha cercato supporto nella gestione della fauna selvatica nel più esperto Tierpark Hellabrunn, lo zoo di Monaco di Baviera: l’incontro con il direttore e veterinario dello zoo bavarese, Dott. Henning Wiesner, è stato fondamentale per il GZP per acquisire conoscenza e professionalità nella prevenzione delle malattie degli animali selvatici, nella cura e soprattutto nell’anestesia necessaria in caso di interventi.
L’amicizia, che si è consolidata nel tempo tra Il Dott. Wiesner e la famiglia proprietaria del Parco, è stata di supporto anche per le scelte e i programmi che oggi sono cardini del giardino zoologico pistoiese.
Il Dott. Wiesner è in pensione dal suo lavoro al Tierpark ma non dal suo impegno per la fauna selvatica: nel 2010 ha fondato, insieme alla Dott. ssa Julia Gräfin Maltzan, la Akademie fur Zoo-und Wildtierschutz e.V., associazione senza scopo di lucro attiva in differenti parti del mondo con la mission di portare materiali e supporto tecnico in tutti i casi in cui sia necessaria la competenza medico veterinaria per la tutela degli animali selvatici.

Al centro delle tante azioni la formazione di medici veterinari in zoo, santuari, parchi nazionali ma anche l’assistenza tecnica nelle traslocazioni di animali da una riserva all’altra oppure nella gestione dei centri di recupero e di allevamento di orfani, come la Kilimangiaro Animal CREW, associazione dedita alla lotta al bracconaggio in Tanzania.
In questo caso l’aiuto dell’Accademia si concretizza nella spedizione di latte concentrato per l’allevamento di elefanti: si tratta di piccoli le cui madri sono state uccise dai bracconieri.
Henning e Julia hanno messo a punto una particolare miscela di latte che assicura la crescita sana degli elefantini.
Le attività dell’Accademia sono davvero tantissime, come garantire supporto nell’inseminazione artificiale dei rinoceronti allo zoo di Salisburgo (sono nati già 3 piccoli) o finanziare il “Progetto Icaro” per la messa a punto di un nuovo modello di trasmettitore high-tech che fornisce informazioni non solo sulla posizione degli animali che li indossano ma anche sul loro stato di salute. Questa nuova forma di tecnologia viene utilizzata ad esempio nel Parco Nazionale Kruger, in Africa, per individuare in tempo reale i licaoni rimasti incastrati nelle trappole per le gazzelle. Spesso gli animali intrappolati o muoiono perché non riescono a liberarsi o si feriscono nel tagliare i lacci con i denti. In ogni caso è importantissimo individuarli ed intervenire quanto prima per curarli e salvarli. Il licaone è una specie ad alto rischio di estinzione e ogni singolo individuo è prezioso per garantire un futuro alla specie. Potete immaginare quanto sia importante il progetto “Icaro” e quante opportunità fornisca a tutti coloro che lavorano per la protezione della Natura.

                                                La Akademie fur Zoound Wildtierschutz e.V.

Dall’Africa all’Asia e ovunque ci sia bisogno di loro: poco prima della pandemia a marzo del 2020 la dott. ssa Juila Gräfin Maltzan è volata sull’Isola di Sulawesi in Indonesia per condividere con i 15 medici veterinari del posto, tecniche di anestesia e di gestione della fauna selvatica. Il loro ruolo è fondamentale in un territorio caratterizzato da un alto indice di biodiversità e di endemismi, animali e piante che non esistono in nessuna altra parte del Mondo.
Le azioni dell’Accademia sono a titolo gratuito e per questo Henning e Julia hanno bisogno di sostegno economico per portare avanti i loro progetti.
Amicizia, passione e professionalità si ricompattano e il Giardino Zoologico da molti anni contribuisce economicamente alla vita dell’Accademia grazie al sostegno dei visitatori che partecipano con il programma del Parco “Adotta una specie”.
Questa volta l’obiettivo non è il finanziamento di un progetto per una specie, come nel caso del panda rosso o del pinguino, ma di un’associazione che opera in modo trasversale per la tutela della Natura.

Testo Eleonora Angelini Responsabile della didattica e comunicazione Giardino Zoologico di Pistoia

More from Discover Pistoia

Il Giardino di Millo

Francesco Camillo Giorgino, in arte Millo, è uno street artist di fama...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *