Ultime notizie:

Primavera al museo 2024: le iniziative dei Musei Civici

Nel fine settimana tra il 19 e il 21...

Ultime notizie:

Primavera al museo 2024: le iniziative dei Musei Civici

Nel fine settimana tra il 19 e il 21...

Week end con la Fiera dell’Antiquario Città di Pistoia

Nella Cattedrale di via Pertini i banchi degli operatori...

Voglia di vivere incontra Laura Cappellini, autrice del libro ‘La pietra e la bestia’

Il Pantheon degli uomini illustri, sabato 13 aprile alle...

I pinguini che arrivano dal caldo

Giunti dall’Africa, sembra quasi uno scherzo ma è realtà.

In Sud Africa vive una specie di pinguini a forte rischio d’estinzione, il Pinguino del Capo (Spheniscus demersus), oggi inserita nel programma europeo nato per la tutela delle specie minacciate d’estinzione(EEP- European Endangered Program).

Questi programmi sono varati nell’ambito della forte collaborazione esistente tra gli zoo europei che aderiscono all’Assocazione Europea degli Zoo e degli Acquari (EAZA).

Un coordinatore lavora incessantemente con l’obiettivo di mantenere una popolazione di animali della specie oggetto del programma al di fuori dell’ambiente d’origine, monitorando la loro salute e gli scambi tra gli zoo per avere soggetti in riproduzione che, ad esempio, non siano imparentati tra di loro. Esistono coordinatori per elefanti, giraffe, scimpanzè, orici d’Arabia e per…i pinguini del Capo.

Questa specie è diminuita drasticamente in natura negli ultimi dieci anni a causa dei disastri ambientali causati dalle petroliere e della diminuzione di cibo, sia per il cambio di rotta dei pesci, sia per l’aumento della pesca commerciale nel tratto di mare che lambisce le coste regno dei pinguini.

Risultato la classificazione da parte dell’IUCN (International Union for Conservation of Nature) nella categoria “in pericolo d’estinzione”, appello a creare gruppi in riproduzione negli zoo e progetti di tutela in natura.

Abbiamo deciso di aderire al programma sia preparando una nuova area dedicata alla riproduzione della specie, sia partecipando al progetto SANCCOB, per la tutela dei pinguini in Sud Africa.

Dopo mesi di attesa sono arrivati 10 pinguini dallo Zoo di Varsavia ma al posto dei 5 maschi e 5 femmine attese, abbiamo ricevuto 9 maschi e 1 femmina. L’errore è stato frutto del difficile sessaggio di questi uccelli che presentano la stessa livrea in entrambi i sessi; solo l’esame del DNA, estratto da una penna, può farci sapere se un soggetto è maschio o femmina!

Fatti tutti gli esami, ci siamo resi conto che le possibilità di avere una colonia in riproduzione erano davvero basse e così abbiamo iniziato la procedura per far arrivare altre femmine, attese per i primi di luglio.

Nel frattempo però i pinguini si sono prefettamente adattati al clima pistoiese e la femmina Milady ha sottoposto a duro giudizio tutti i maschi, finché si è innamorata di Athos, un pinguino dal carattere deciso. I giovani innamorati hanno colonizzato un nido e deposto il loro primo uovo che si è schiuso il 23 marzo. Nei giorni scorsi il giovane pinguino, ormai grande quanto i genitori, ha fatto il suo debutto in società, presentandosi agli altri pinguini e al pubblico. Per lo zoo è un grande successo che premia la dedizione di tutte le persone che si dedicano alla cura della piccola colonia di pinguini con professionalità e competenza; per la specie Spheniscus demersus un tassello per la salvezza dall’estinzione.

 

Giardino Zoologico

Via Pieve a Celle, 160/A  Pistoia

Tel. +39 0573 911219

info@zoodipistoia.it

www.zoodipistoia.it

 

TESTO

Eleonora Angelini   

FOTO

Archivio Giardino Zoologico

 

[vc_gallery type=”image_grid” images=”21574,21576,21578,21580,21582″ title=”I pinguini che arrivano dal caldo”]

Sponsored by:

spot_img

Eventi

aprile, 2024

Discover Shop

spot_img

Don't miss

Voglia di vivere incontra Laura Cappellini, autrice del libro ‘La pietra e la bestia’

Il Pantheon degli uomini illustri, sabato 13 aprile alle...

Natura Medica. Passato e futuro della medicina popolare

Sabato 6 aprile alle ore 17.00 nella Sala Manzini...

Paper Week 2024 al Museo della Carta di Pescia

Nel periodo dal 8 al 14 aprile 2024, si...

Fondazione Un Raggio di Luce ETS, Bakery Training e raccolta fondi

Il 13 Aprile, presso Gustar, in Via Fonda di...
Naturart
Naturart
Pubblicazione di punta della Giorgio Tesi Group è la rivista trimestrale gratuita NATURART, edita in italiano e inglese dal 2010 con l’intento di valorizzare in Italia e all’estero le eccellenze e i tesori custoditi da Pistoia e dalla sua provincia. Naturart è media partner riconosciuto per gli eventi speciali di numerose istituzioni locali impegnate nella promozione del senso di orgoglio e di appartenenza a questo territorio.
spot_imgspot_img

Potrebbero interessarti anche

Novecento inatteso

Palazzo Amati Cellesi, già Amati, fu fra Sette e Ottocento la più ampia e sfarzosa residenza nobiliare di Pistoia ed è infatti noto per...

Le bugie hanno le gambe tozze

A Pistoia, in Via Filippo Pacini n. 34, si trova la sede de L’Incontrario, il progetto di integrazione lavorativa e di inclusione sociale per...

La rete della vita

La manifestazione, diretta da Stefano Mancuso, organizzata dagli Editori Laterza e promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ha indagato La rete della...