Da Pistoia verso l’Ucraina 12 tir carichi di aiuti umanitari

Pistoia ha risposto in maniera eccezionale all’appello – lanciato dalla Comunità Ucraina pistoiese attraverso la Giorgio Tesi Group e la Fondazione Giorgio Tesi Onlus –  per la raccolta a favore della popolazione costretta a fare i conti con gli orrori della guerra.

A partire dal pomeriggio di lunedì 28 febbraio un capannone ed un piazzale del moderno e funzionale hub logistico dell’azienda vivaistica pistoiese sono diventati il luogo dove associazioni, enti, aziende e centinaia e centinaia di cittadini hanno consegnato i beni di prima necessità (cibo non deperibile, medicinali, pannolini, vestiario…) da consegnare alla popolazione ucraina duramente colpita dai recenti eventi bellici.

Un’ importante e sentita iniziativa umanitaria, partita dai dipendenti ucraini della Giorgio Tesi Group Dmitry e Marina Podolyaka, che ha voluto rappresentare un piccolo gesto di solidarietà e vicinanza al popolo ucraino in un momento così drammatico per tante famiglie.

Uno dei primi tir in partenza dalla sede della Giorgio Tesi Group verso l’Ucraina

All’iniziale primo tir previsto per il trasporto, se ne sono aggiunti subito altri quattro per poi diventare, ad oggi, addirittura 12. I materiali sono stati divisi per genere merceologico e riposti in appositi contenitori etichettati in inglese e ucraino da decine di dipendenti e collaboratori della Giorgio Tesi Group e dai membri della Comunità Ucraina pistoiese: una corsa contro il tempo a favore della solidarietà che ha coinvolto a 360 gradi la comunità cittadina confermando ancora una volta il grande cuore dei pistoiesi.

Casse pronte per essere riempite con il materiale già diviso per ordine merceologico.

L’azienda pistoiese sta inoltre già ospitando anche una famiglia, composta dall’architetto paesaggista Stanislao, con il quale Giorgio Tesi Group collabora da tempo, sua moglie e i tre figli, fuggita appena in tempo da Kharkiv, città teatro di cruente battaglie tra i russi e le milizie ucraine. “In questo momento così drammatico – ha detto Dmitry Podolyaka – l’Ucraina ha davvero bisogno di tutto l’aiuto possibile e per questo ringrazio a nome del popolo ucraino, tutte le persone che sono arrivate per donare qualcosa, così come l’azienda per la quale lavoro, che ci ha dato modo di raccogliere tutto mettendo a disposizione dipendenti e spazi. Quel che abbiamo fatto ci dà tanta speranza».

Al lavoro all’interno di un capannone per dividere il tantissimo materiale arrivato dai pistoiesi

I viaggi e le destinazioni dei tir partiti da Pistoia nell’ambito di questa iniziativa, anche per arrivare a destinazione in sicurezza, sono stati organizzati in stretta sinergia con l’Ambasciata Ucraina a Roma e i sindaci di Kiev e di altre città ucraine. Dopo la partenza di questi 13 tir, i promotori dell’iniziativa e i loro partner sono al lavoro per tentare di organizzare altri viaggi – principalmente di medicine e presidi sanitari – con mezzi più piccoli e quindi più adatti a raggiungere velocemente le zone di guerra.

Tutte le eventuali nuove iniziative saranno comunque diffuse attraverso i canali di comunicazione di Giorgio Tesi Group, i social e i mass media.

More from Discover Pistoia

Il Borgo di Larciano Castello, una piccola prima rinascita

Il Borgo di Larciano Castello, la rocca sommitale con la sua svettante...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *