Pronta l’Agenda Letteraria 2023 dedicata alle donne scrittrici

Anche per il 2023 Uniser Pistoia, in collaborazione con Giorgio Tesi Editrice, propone l’Agenda letteraria. Un’opera che si tinge di rosa-viola nella quale saranno protagoniste le donne scrittrici. La presentazione in programma presso l’Aula Magna di Uniser sabato 5 Novembre alle ore 17.00.

Un colore su due viene confermato. L’Agenda letteraria 2023 mantiene il verde, che si collega alle piante e alla natura. Al posto dell’arancio, il colore fortemente identitario per Pistoia che ha caratterizzato l’agenda 2022, ci sarà però il viola: una tonalità – dimostrano i sondaggi – molto amata dalle donne e, nella tradizione occidentale, legata, insieme al rosso, all’amore. L’Agenda letteraria 2023 – che mantiene intatte le finalità ma rinnova i suoi contenuti – è curata da Giovanni Capecchi, direttore Editoriale di NATURART e DISCOVER PISTOIA e Professore universitario di Lettere presso l’Università per stranieri di Perugia e accompagnata – come nel 2022 – dalle illustrazioni di Sara Masiani. Le finalità restano quelle di far conoscere scrittrici e scrittori che hanno vissuto e che hanno raccontato il territorio pistoiese, di invitare alla lettura dei loro testi, di promuovere i luoghi letterari, quelli più noti ma anche quelli meno conosciuti. I contenuti, invece, vengono fortemente rinnovati: non nelle date di nascita o di morte degli autori (quelle, anche volendo, non riusciremmo a modificarle), ma nella scelta dei testi proposti, sia per le 12 letture (una per ciascun mese dell’anno), sia per i box che, settimanalmente, propongono brevi citazioni. E in questa riscrittura dell’Agenda la linea guida seguita è quella di valorizzare le autrici e quindi spazio a Henriette Sismondi ,Angela Staude, moglie del giornalista Tiziano Terzani, alla scrittrice anarchica Leda Rafanelli, convertitasi all’Islam, è ricordata attraverso un passo tratto dal romanzo “L’oasi” e a Clementina Biagini, l’amore della vita di Policarpo Petrocchi, autrice di numerose lettere inviate allo scrittore e lessicografo nato a Castello di Cireglio, con il quale inizia nel 1872 una relazione che la porterà ad abbandonare Pistoia, a lasciare una figlia e a raggiungere a Milano il suo Policarpo.

Non può mancare Gianna Manzini, con una pagina dal racconto “Messaggio”, né può essere assente la poetessa-pastora Beatrice di Pian degli Ontani, che incantava illustri letterati improvvisando ottave. Con Elena Gianini Belotti è possibile ripercorrere la storia della maestra Italia Donati, morta suicida nel maggio del 1886, e attraversare anche una parte del Montalbano, tra Larciano e Porciano, dove la maestra – vittima dei tentativi di abuso da parte dell’allora Sindaco di Lamporecchio e delle maldicenze paesane – ebbe l’incarico per insegnare alle elementari. Sono presenti, tra box e letture, autrici dimenticate del passato (come Iva Perugi Gonfiantini, in arte Maya, o come Maria Chiappelli), mentre un focus viene aperto su Louisa Grace Bartolini, la “pellegrina d’oltremare” approdata dall’Irlanda a Pistoia e ricordata da Giosuè Carducci che, nell’anno dell’insegnamento pistoiese (1860), frequentava il suo salotto in Via della Madonna.

Naturalmente spazio anche al presente con autrici come Maura Del Serra, Marisa Salabelle e Francesca Matteoni, ma anche Nicla Menchi, novantacinquenne nata sulle nostre montagne, pittrice e scrittrice. Con uno sguardo rivolto all’arte, una pagina viene riservata a Mercedes Pedrazzini, conosciuta come Marina, moglie di Marino Marini. Presente anche Carlo Collodi: il colore rosa-viola è garantito, in questo caso, dal passo di “Pinocchio” che viene proposto e che ha per protagonista… la Bambina dai capelli turchini che diviene, dal capitolo XVI del romanzo, la Fata.

Oltre agli autori, Giovanni Capecchi e Sara Masiani, interverranno Ezio Menchi, Vicepresidente Uniser, Milva Maria Cappellini, professoressa di lettere al Liceo scientifico Amedeo di Savoia duca d’Aosta di Pistoia, e Anna Maria Corretti, dirigente del Liceo Niccolò Forteguerri di Pistoia.

Al termine della presentazione un brindisi per tutti i presenti. La partecipazione è libera e gratuita.

L’agenda letteraria 2023, che ha un costo di 10.00 euro e che certamente rappresenta un piacevole e simpatico regalo per il prossimo Natale, si potrà acquistare on line sul sito www.discoverpistoia.it nella sezione catalogo e sarà disponibile anche nelle librerie e nelle edicole della città.

Per info scrivere a redazione@discoverpistoia.it  

More from Discover Pistoia

Castelli della Valdinievole: un itinerario nella storia

Svizzera Pescatina, Massa e Cozzile e un suggestivo agriturismo per la vostra...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *