Riconoscersi e far conoscere il territorio

I simboli hanno la straordinaria caratteristica di poter sintetizzare concetti, idee, ricordi, valori. Certamente un’immagine può fissarsi nell’immaginario della collettività con semplicità. La Montagna Pistoiese è così densa di caratteristiche, storia e valori – spesso custoditi gelosamente – che la sfida di racchiuderla in una semplice immagine non era mai stata raccolta. Serviva provarci e farlo bene, prendendosi anche quel rischio necessario nelle sfide importanti che è indispensabile per andare avanti e migliorare, perché per assolvere il nostro compito e stimolare la valorizzazione del territorio è indispensabile riuscire a porre le basi per comunicare tutto quanto può dare la nostra Montagna per contribuire alla crescente richiesta di benessere che c’è nella nostra epoca. Per questo, assieme a Ecomuseo della Montagna Pistoiese che ne detiene la proprietà, quasi due anni fa abbiamo lanciato il progetto del “logo identificativo della Montagna Pistoiese”, più confidenzialmente detto “Marchio d’Area turistico”.

Lo abbiamo presentato a febbraio, in una delle ultime assemblee pubbliche pre-covid, e oggi che stiamo approcciando il post emergenza ne cogliamo ancora di più le potenzialità: un valido strumento a disposizione del territorio, che il Comune di San Marcello Piteglio supporta con i patrocini, i contributi e con il portale del turismo attivo che sarà descritto di seguito. Nell’epoca post-covid, che stiamo affrontando con l’impegno di consolidare sempre più il “post”, cambieranno tanti paradigmi e l’essenza dei territori aperti – ricchi di storia e elementi d’interessi e nonostante tutto anche di servizi alla comunità – si pone come una grande opportunità per il nuovo sistema di relazioni sociali e di organizzazione lavorativa.

La Montagna Pistoiese si candida a offrire due grandi opportunità: di vita (si tratta di una zona a 30 minuti dall’area metropolitana), e di svago accessibile a portata di mano per i quasi quattro milioni di cittadini che vivono a meno di due ore di auto e magari (perché no) di treno. Turismo attivo, sport, arte e cultura, musei, crinali e vallate aperte, corroborate da una tradizione culinaria non banale (troppo poco riconosciuta in zona ma molto apprezzata dai turisti) fanno della Montagna Pistoiese un territorio con grandi potenzialità per il nuovo turismo a 360 gradi, per questo serve un ulteriore sforzo pubblico ma anche dei singoli operatori per porre la propria offerta in modo coerente con i bisogni emergenti, oggi evidenti più che mai.

Per questo, a fianco del progetto Marchio d’Area, abbiamo sviluppato negli ultimi mesi, in una partnership pubblico-privata con Obiettivo Pistoia, il portale del turismo attivo della Montagna Pistoiese (tuscanymountain. it), uno sforzo corale che ha visto protagonisti anche enti e associazioni del territorio che hanno contribuito, come gli studenti e i professori dell’Istituto Omnicomprensivo di San Marcello, a mappare e descrivere tutto il territorio della Montagna Pistoiese. Cosa fare in estate e inverno, arte, cultura, natura, località e eventi sono inseriti in un contesto che riporta ai servizi enogastronomici e dell’accoglienza in stretta connessione con il portale turistico regionale VISIT TUSCANY. Gli operatori locali sono già attivi per predisporre un’offerta con spazi idonei in un territorio che offre possibilità di ampiezza di cui si sente il bisogno. Queste caratteristiche – se affiancate alle iniziative ormai radicate che potremmo riassaporare nei prossimi mesi come il Porrettana Express, le viste ai Musei SMI, alle sedi dell’Ecomuseo e alle storiche iniziative che caratterizzano la comunità della Montagna – ci presentano un panorama interessante. Infine, i prodotti del territorio, dalla coltura delle castagne (in grande crescita) fino ai prodotti del sottobosco, rendono questo luogo unico.

Marchio d’Area e portale nascono per rendere riconoscibile e univoca questa offerta, per la Montagna Pistoiese che deve riconoscersi nelle sue potenzialità e per far conoscere fino in fondo il territorio ai turisti e magari a nuovi abitanti che vorranno entrare per la vita nella nostra comunità. Come ha scritto il Sindaco Marmo nell’editoriale, siamo attivi per non essere sempre identici a noi stessi ma per valorizzare l’autenticità di un luogo fatto di spazi, persone e storie che deve essere conosciuto e merita di essere vissuto: la Montagna Pistoiese, in Toscana naturalmente.

Testo di Giacomo Bonomini ‘Assessore al Turismo del Comune di San Marcello – Piteglio’
Foto Lorenzo Gori – Nicolò Begliomini

 

More from Discover Pistoia

Limiti d’Oltre, mostra fotografica al Tribunale di Pistoia

Marta Colombo dedica i suoi scatti alla sofferenza e alla forza delle...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *