Grande successo per il progetto SEGNAVIE e per il nuovo numero di NATURART

Sabato 1 Agosto alle ore 9.30 presso la Vecchia Pieve della SS. Annunziata di Piteglio, doppio appuntamento per le tante persone che nei giorni precedenti si erano prenotate, con il lancio dell’ambizioso progetto SEGNAVIE, nato per unire storia, cultura, arte e turismo sulla Montagna Pistoiese e la presentazione del trentaseiesimo numero della rivista bilingue NATURART, edita dalla Giorgio Tesi Editrice, che da dieci anni racconta Pistoia nel mondo.

Sono intervenuti all’evento, moderata dall’Assessore alla Cultura del Comune di San Marcello – Piteglio Alice Sobrero, il Responsabile della Comunicazione della Giorgio Tesi Group Nicolò Begliomini, Giacomo Buonomini, Assessore al turismo del Comune di San Marello – Piteglio, il Sindaco di San Marcello – Piteglio e Presidente della Provincia Luca Marmo, l’architetto Giacomo Pratesi per AVAMP, il Presidente della sezione CAI di Maresca Alessandro Bini, Carlotta Sichi per l’Associazione Culturale Maeba, Valerio Sichi per Social Valley, lo scrittore e guida ambientale Federico Pagliai, il Prof. Ezio Menchi per la Fondazione Caript e lo storico Renzo Zagnoni.

SEGNAVIE, è un progetto work in progress a cura di AVAMP, Associazione Culturale Maeba, Social Valley, Comune di San Marcello Piteglio, Unione dei Comuni Appennino Pistoiese, Fondazione Caripit e Giorgio Tesi Editrice, che raggruppa in maniera sinergica numerose azioni sul territorio della Montagna Pistoiese con l’obiettivo comune di sviluppare il turismo rurale attraverso una serie di progetti a sé stanti aventi finalità sociali-ricreative e culturali che nell’insieme esprimono una valorizzazione degli ambiti urbani e forestali attraverso il recupero di antichi segni e strutturandone di nuovi.

La sentieristica del progetto SEGNAVIE è composta da una rete di sentieri che ricalca i tracciati di antiche percorrenze in territori facenti parte dell’alta collina e della media montagna privilegiando le valenze di carattere storico, ambientale e culturale e si collega alla dorsale appenninica con i landmark, – rappresentati dalle lettere di cui è composta la parola SEGNAVIE, realizzate in grande formato in materiale traslucido e quindi dal grande impatto visivo e comunicativo – .mettendo in connessione la sentieristica CAI alta montagna con quella CAI pesciatina interessando 5 aree: Foresta del Teso, Alta valle del torrente Pescia di Pescia, Oasi Dynamo, Macchia Antonini e area rurale Piteglio – Popiglio.

Alcuni escursionisti che rientrano a Piteglio dopo aver raggiunto il Centro Visite dell’Oasi Dynamo

E’ stata davvero una bella giornata– ha detto il sindaco di San Marcello Piteglio Luca Marmograzie alla presentazione di questo ambizioso progetto che nasce per unire cultura, turismo, arte e storia della Montagna Pistoiese all’insegna di quel turismo slow oggi tanto apprezzato. Si tratta di un importante impegno che coinvolge diversi progetti che convergono verso un unico obiettivo e che una volta a regime certamente sarà in grado di risultare molto interessante dal punto di vista turistico.

Luca Marmo, Sindaco di San Marcello – Piteglio e Presidente della provincia di Pistoia durante il suo intervento

A SEGNAVIE è legato anche un importante progetto artistico che prevede la realizzazione – in luoghi particolarmente suggestivi della Montagna situati lungo gli itinerari proposti – di opere di street e land art da parte di affermati artisti nel panorama contemporaneo, con l’obiettivo di consolidare l’inscindibile legame tra l’arte e il territorio. Le prime opere sono state realizzate a San Marcello, Prunetta e Maresca dagli artisti Giò Pistone, Gola Hundun, Fargo e Andrea Casciu, che concentrando al meglio il loro genio su siti decisamente diversi tra di loro sono riusciti, attraverso nuovi linguaggi creativi, a valorizzarli e renderli protagonisti in un ideale incontro tra l’arte e lo sviluppo del territorio.

La montagna pistoiese ha alle spalle una lunga storia – ha detto Ezio Menchi della Fondazione Caript – e davanti un futuro altrettanto importante da scrivere. La Fondazione Caript da sempre è vicina alla nostra montagna e contribuisce a finanziare questo tipo di progetti, con la speranza che con la consapevolezza di tutti, dagli abitanti ai turisti, questo meraviglioso territorio possa essere sempre più valorizzato sotto tutti i punti di vista.

Il nuovo numero della rivista NATURART con all’interno uno speciale dedicato alla Montagna Pistoiese

La rivista NATURART, media partner del progetto SEGNAVIE, è giunta al suo decimo anno di pubblicazioni ed al 36° numero. Il numero presentato – ha detto il Responsabile della Comunicazione della Giorgio Tesi Group Nicolò Begliominiè dedicato per larga parte proprio alla Montagna Pistoiese, toccando numerosi e interessanti temi tra i quali proprio l’ambizioso Progetto SEGNAVIE, i 70 anni delle Norme di Maresca, il turismo attivo, le prospettive di sviluppo per il futuro del territorio montano, il progetto Porrettana Express e la presentazione di interessanti attività come la stazione di Terapia Forestale di Pian dei Termini e la nuova azienda dalla famiglia Savigni al Podere Montaglioni di Spignana. .Oltre a questo focus sulla nostra meravigliosa montagna spazio anche all’importante passaggio di consegne alla Presidenza della Fondazione Caript, ai primi 50 anni del Giardino Zoologico di Pistoia, al celebre disegnatore pistoiese Luca Boschi, al successo ottenuto dall’idea green lanciata da Giorgio Tesi Group di utilizzare piante e fiori come strumento di distanziamento sociale e all’Anno Iacobeo, con un intervista all’Assessore Sabella e la presentazione del nuovo libro per ragazzi della Giorgio Tesi Editrice.

Il Centro Visite dell’Oasi Dynamo

Al termine della presentazione è partita un’escursione guidata verso l’Oasi Dynamo Camp, a cura di Social Valley e Comune di San Marcello-Piteglio, che ha portato gli oltre 50 partecipanti, attraversando il borgo di Migliorini e gli splendidi boschi di castagno della zona, verso il Centro Visite dell’Oasi Dynamo, dove si sono fermati a pranzo degustando un piatto freddo a base di salumi e formaggi a km 0 dell’Oasi, per poi rientrare, nel pomeriggio, verso Piteglio.

More from Discover Pistoia

We Light You

Suggestioni di luce: una storia in Comune.
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *