Villa Bellavista a Buggiano ospita il nuovo NATURART

Villa Bellavista a Buggiano ospita la presentazione del nuovo NATURART

Una delle più belle ville della provincia di Pistoia aprirà le proprie porte per ospitare la presentazione del numero 19 del trimestrale della Giorgio Tesi Editrice.

L’appuntamento è per sabato 17 ottobre alle ore 10 presso la Villa Bellavista di Borgo a Buggiano, località Santa Maria per la precisione, quando verranno svelate le meraviglie contenute all’interno del nuovo numero della rivista. E, come oramai da tradizione avviene per tutti gli eventi di lancio del giornale, ancora una volta NATURART vuole essere l’occasione per far conoscere tesori nascosti, o poco conosciuti, del nostro territorio.
Una presentazione impreziosita anche dal neo assessore regionale alle attività produttive e turismo della Regione Toscana, Stefano Ciuoffo, che ha curato uno dei due editoriali del numero nel quale ha posto in evidenza il fatto che, per l’ente regionale, NATURART e Discover Pistoia sono le due “antenne” sul territorio pistoiese. L’altro editoriale, come sempre, è affidato al direttore Giovanni Capecchi.

Proprio Villa Bellavista, edificata nel 1695 dalla famiglia Feroni, è il primo e più importante argomento trattato in questo numero 19 perché si va a ripercorrere quella che è stata la storia di una villa che, nel periodo di massimo splendore, veniva considerata la seconda più bella d’Italia dopo la Reggia di Caserta. Attualmente la proprietà è del Ministero degli Interni che ha affidato all’Opera Nazionale dei Vigili del Fuoco, che patrocinano l’evento assieme al Comune di Buggiano, la manutenzione della stessa.

bellavista naturart 19 05 parco stelle naturart 19
Foto: Villa Bellavista (ph. Nicolò Begliomini) e Parco delle Stelle a Pian de’ Termini (Ph. Gian Luca Gavazzi)

Pistoia è conosciuta nel mondo anche per avere conservata, nella Cattedrale di San Zeno, la reliquia di Sant’Iacopo e fin dal 1100 i pellegrini uscivano dal percorso della via Francigena, il principale asse verticale italiano di comunicazione dell’epoca, per vedere da vicino la reliquia: è da lì che è nato il diverticolo di via Francesca della Sambuca. Un ampio servizio fotografico ed il racconto di come si muoveva il pellegrino dell’epoca è un altro degli articoli principali del numero 19 di NATURART.

Piccola divagazione fuori dal territorio di Pistoia andando alla scoperta di Vinci e del Museo leonardiano: un viaggio nei luoghi dove è nato il grande maestro e per ribadire che abbiamo “Un vicino di nome Leonardo” com’è il titolo dell’articolo di approfondimento.

Ampio spazio, come sempre, alla qualità delle fotografie con scatti realizzati sulla Montagna pistoiese durante le notti stellate estive fino alla Valle della Bure con la sua pieve edificata da Matilde di Canossa nel 1150. Viaggio particolare, poi, all’Orsigna ed i suoi metati, facendo conoscere quella che è la filiera della castagna nel rinnovato Mulino di Giamba.

leonardo naturart 19 valdibure naturart 19
Foto: Pagine di apertura dell’articolo su Vinci e sulla Valle della Bure

Gran finale, poi, con il gruppo alternative funk/rock dei Piqued Jacks, la band di Buggiano che è reduce da un tour negli Stati Uniti e che si esibiranno proprio al termine della presentazione del nuovo numero di NATURART.

Ricordiamo che durante la presentazione del numero 19 di NATURART, grazie alla collaborazione con il gruppo FAI Valdinievolel’Associazione Culturale Buggiano Castello e il Museo nazionale dei Vigili del Fuoco, sarà possibile effettuare la visita guidata gratuita a Villa Bellavista.

Sono già attive le prenotazioni inviando una mail a redazione@discoverpistoia.it oppure chiamando il numero 335 7771883. Per info www.discoverpistoia.it.

Conferma la tua presenza all’evento su Facebook!

Si ringrazia l’Opera Nazionale di Assistenza per il Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

More from Discover Pistoia

Monsummano Alto

Nome opera: Monsummano Alto Indirizzo: Loc. Monsummano Alto – 51015 Monsummano Terme Informazioni:...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *